Roma: Cech o Handanovic per la porta

Pubblicato il autore: Alessandro Marini Segui

roma: cech o handanovic per la porta
ROMA: CECH O HANDANOVIC?

La Roma è alla ricerca di un portiere titolare per la prossima stagione. Morgan De Sanctis, che il prossimo anno con ogni probabilità sarà il secondo portiere, e Lukasz Skorupski (troppo brutto contro la Fiorentina per essere vero) non danno certezze per il ruolo di numero 1 e Walter Sabatini sembra aver individuato due nomi di prestigio per difendere i pali giallorossi: Petr Cech del Chelsea e Samir Handanovic dell’Inter.
La società di James Pallotta segue i due già da parecchio tempo, tanto che si era parlato dell’acquisto di Cech già nei mesi scorsi. Ora, però, il Chelsea spara forte: servono 10 milioni di sterline, al cambio circa 13,5 milioni di euro, per assicurarsi le prestazioni del 33enne portierone della Repubblica Ceca, chiuso quest’anno dal fenomeno Thibault Courtois; l’intenzione della società di Roman Abramovich è quella di scatenare una vera e propria asta per Cech, dato che sul giocatore ci sono molte altre squadre: Arsenal e Liverpool su tutte, ma anche Napoli e Inter. Proprio la squadra milanese è alla ricerca del numero uno per la prossima stagione: occhi puntati su Romero e appunto Cech, con l’attuale portiere Samir Handanovic finito nelle mire proprio della Roma. Per i giallorossi quello del portiere sloveno sembra essere il profilo giusto: classe 84, esperto, reattivo, para rigori e soprattutto con il contratto in scadenza nel 2016 (le trattative per il rinnovo al momento sembrano essersi arenate), fattore fondamentale per prendere il giocatore ad un prezzo accettabile, con una valutazione che andrebbe ad oscillare dai 10 ai 15 milioni di euro.

Leggi anche:  Cluj-Roma, Fonseca: "La nostra missione è vincere"

Si fanno nomi anche di altri profili per la porta: Perin del Genoa al momento è solo una voce, mentre potrebbe interessare realmente Steve Mandanda, portiere trentenne dell’Olympique Marsiglia e della Nazionale Francese, a cui scadrà il contratto in scadenza tra un anno. Per il momento sono soltanto voci, ma entro un mese circa la Roma avrà sicuramente individuato l’obiettivo per rinforzare in maniera convincente un ruolo che quest’anno ha mostrato qualche debolezza di troppo.

  •   
  •  
  •  
  •