Inter Revolution: le ultime idee di mercato

Pubblicato il autore: Mattia Ravaglia Segui

sampdoria inter mancini

L’Inter si appresta a terminare un’altra funesta stagione di campionato – l’ultima positiva fu con in panchina Leonardo – e, mentre Mancini cerca quantomeno di far esordire i giovani della primavera – quest’anno sono stati in pianta stabile in prima squadra Puscas e Bonazzoli, intervallati dal giovane Camara mentre ora è il turno del giovane Gnoukouri – Piero Ausilio sta già lavorando sul mercato per accontentare il tecnico di Jesi per la prossima stagione. Ecco le ultime idee sul mercato dell’Inter:

Difesa: Probabilmente il reparto più delicato in casa interista vista la grande mole di gol subiti dalla Beneamata: Handanovic potrebbe essere ceduto in virtù di un contratto in scadenza l’anno prossimo e un prolungamento che fatica ad arrivare, la società lo cederà solo se non ci saranno più margini di trattativa. Si giocherebbero la maglia interista Marchetti e Da Costa, ma occhio alla soluzione in casa Francesco BardiSembrerebbe ai saluti Nemanja Vidic che non ha mai avuto feeling con Roberto Mancini e, secondo le notizie delle ultime ore, rischierebbe Juan Jesus. Per il difensore brasiliano, autore di un crollo a livello di prestazioni quest’anno, si vedranno le offerte per lui: l’acquisto di Murillo da parte del club e il forte interessamento per Dragovic e Vida toglierebbero posti per i difensori centrali. Non verrà rinnovato il contratto, in scadenza a Giugno, a Jonathan e Hugo Campagnaro: Il forte interessamento per Zukanovic del Chievo andrebbe letto in questo senso.

Centrocampo: Il reparto in cui, almeno sulla carta, l’Inter ha più qualità. L’acquisto fondamentale, anche a livello di marketing oltre per le indubbie qualità, sembra essere Yaya Toure: il giocatore africano è in rotta con il Manchester City e Mancini sta calcando la mano per riuscire ad ottenerlo per la prossima stagione. Il problema risiede nelle richieste del City e dell’ingaggio monstre del giocatore: oltre 10 milioni di euro a stagione. Per rinforzare il reparto bisognerebbe però prima vendere in questa lista rientra Kuzmanovic che ha forti estimatori in Germania. Non è esclusa una cessione, a fronte di una grande offerta, di uno tra Fredy Guarin e Hernanes: Mateo Kovacic dovrebbe essere escluso vista la grande fiducia da parte del Presidente Thoir e di tutta la dirigenza interista nel giovane campioncino croato.

Attacco: Il rinnovo di Mauro Icardi è una nota lieta in casa Inter, che blinda un suo gioiello, ma non implica che non possa essere ceduto questa estate a fronte di un grande investimento estero: la cifra non sarà comunque inferiore ai 40 milioni di euro. Lukas Podolski tornerà all’Arsenal, visto il suo scarso rendimento non ci sono dubbi in merito, mentre Federico Bonazzoli è stato ceduto alla Sampdoria con il diritto di Ri-compra ad un prezzo maggiorato. I nomi in entrata sono i più svariati: si passa da Pedro del Barcellona, a Jovetic del Manchester City, passando per Dybala del Palermo, fino ad arrivare anche a Erik Lamela del Tottenham. Il giocatore più indicato in questo senso, considerando anche l’impatto che hanno gli altri giocatori sul budget per i trasferimenti, sembra essere Pedro: il giocatore del Barcellona ha più volte dichiarato di non essere soddisfatto del minutaggio concessagli da Luis Enrique e, chiuso dal tridente delle meraviglie Messi-Neymar-Suarez, la sua avventura al Barcellona è agli sgoccioli.

Seguendo il Mancini-pensiero l’Inter della prossima stagione si poggerebbe sul 4-2-3-1 e, seguendo questa volta il mio di pensiero, si potrebbe schierare così:

Inter (4-2-3-1): Handanovic (Bardi/Marchetti); Santon, Murillo (Ranocchia), Dragovic, D’Ambrosio (Zukanovic); Yaya Toure (Medel), Brozovic; Pedro, Kovacic, Shaqiri; Icardi

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: