Inter-Cuadrado, l’affare si può concludere. Ecco perchè

Pubblicato il autore: Carlo Perigli Segui

inter-cuadradoForse sarà l’ennesima voce di mercato, ma l’impressione è che, almeno questa volta, si possa finalmente essere di fronte ad una pista concreta. L’affare Inter-Cuadrado si può fare, e non lo dicono soltanto i tifosi più speranzosi. Dalla parte di questa tesi ci sono difatti i numeri, una serie di indizi che sembrano portare il colombiano dritto dritto verso la Pinetina.

INTER-CUADRADO, LE MOTIVAZIONI IN UN FLOP

Pagato la bellezza di 33 milioni – più il prestito di Salah, con il Chelsea Cuadrado è stato un autentico flop. Solo 4 partite dal primo minuto in Premier League per il colombiano, bocciato sia dai tifosi, il 49% dei quali l’ha eletto peggior giocatore della stagione, che dallo stesso Mourinho, che pure a gennaio aveva fatto carte false per portarlo a Londra. Un po’ come fece con Quaresma all’Inter, salvo poi spedirlo proprio nella capitale inglese nel mercato di gennaio.

INTER-CUADRADO, I PRESUPPOSTI CI SONO

Ora si vocifera un percorso inverso – da Londra a Milano – per Cuadrado. Secondo molti si tratta dell’ennesima voce di fantamercato, ma, a guardare bene, la situazione potrebbe essere più reale di quanto si pensi. Cuadrado a Londra non ha spazio ed un trasferimento è nell’interesse di entrambe le parti. Attenzione però, perchè ad oggi difficilmente il Chelsea riuscirebbe a rientrare della spesa sostenuta, ipotesi che ad Abrahmovic non piace affatto. Che fare allora? Si cerca di mandarlo in prestito per un anno, magari in Serie A, campionato che conosce e del quale era uno dei migliori esponenti, in modo che il suo prezzo possa tornare a livelli accettabili. A questo aggiungiamo che Mancini ha da tempo chiesto un esterno in grado di giocare sia nel 4-3-3 che nel 4-2-3-1, e Cuadrado sembra fare proprio al caso suo. Arrivati a questo punto, gli unici dettagli da limare riguarderanno lo stipendio del colombiano e l’eventuale diritto di riscatto a favore dei nerazzurri. Tutto sommato dettagli, considerato l’ottimo rapporto instauratosi nel tempo tra i due club.

  •   
  •  
  •  
  •