Inter: Eder e gli altri, tutti i nomi dell’attacco nerazzurro

Pubblicato il autore: Carlo Perigli Segui

interDigerita, non senza difficoltà, la mancata qualificazione in Europa League, l’Inter è pronta a tornare sul mercato, nel tentativo di tornare a sorridere almeno in estate. In particolare la società nerazzurra si sta muovendo per rafforzare il reparto offensivo, con l’obiettivo di affiancare ad Icardi il nome giusto da cui far ripartire le proprie ambizioni. Tra volti nuovi e piste quasi tramontate, ecco i nomi che potrebbero indossare la maglia dell’Inter nella prossima stagione.

INTER EDER, SI PUÒ FARE. MA È IL NOME GIUSTO PER L’INTER?

È di Eder l’ultimo nome apparso sull’agenda nerazzurra, e a conti fatti potrebbe essere anche la pista più semplice. La Sampdoria è difatti disposta a cederlo, anche se ha fissato il prezzo del giocatore a 10 milioni, rifiutando anche un’offerta del West Ham, che si era fermata a 8. Guardando l’identikit di Eder però, forse i dubbi dovrebbero venire all’Inter. Siamo sicuri che un attaccante che a 28 – quasi 29 – anni non ha avuto alcuna esperienza in un top club sia l’uomo giusto per risollevare la squadra di Mancini da una situazione tanto delicata?

BARCELLONA SENZA MERCATO, INTER SENZA COPPE..E SENZA PEDRO

Da tempo sul taccuino di Mancini, che il nome di Pedro sia in cima alla lista dei desideri del tecnico nerazzurro non è mai stato un segreto per nessuno. Così come sembra ormai acclarata la voglia del giocatore di cambiare aria, sopratutto ora che, per la prima volta da quando gioca in prima squadra, non è più considerato un titolare. Tuttavia, il matrimonio in salsa nerazzurra sembra al momento improbabile per due motivi: il Barcellona ha il mercato in entrata bloccato, e difficilmente accetterà di perdere una pedina tatticamente fondamentale come l’attaccante spagnolo senza avere la possibilità di sostituirlo. Inoltre, il fascino dell‘Inter è indubbiamente limitato dall’assenza dalle coppe europee per la prossima stagione, e Pedro è abituato da sempre a sentire la canzoncina della Champions.

HERNANDEZ SENZA META, IL GIUSTO APPRODO È NERAZZURRO?

Hernandez è sul taccuino di molti club europei, ma la sua storia assomiglia molto a quella che i romani chiamano “la sora camilla, che tutti la vogliono e nessuno se la piglia”. L’attaccante messicano difatti a fine stagione tornerà a Manchester, con un contratto in scadenza nel 2016 e poche possibilità di rinnovo. L’etichetta da eterna promessa inizia a pesare sulla sua carriera, e l’Inter potrebbe essere un’ottima occasione per cercare di rilanciarsi.

SI COMPLICA FEKIR, PIÙ VICINO JOVETIC

Decisamente in salita invece la strada che porta a Fekir. Tra le sorprese più piacevoli della Ligue 1 in questa stagione (34 partite 13 gol), il 22enne francese sembra destinato a rimanere in Francia. A giustificare l’impressione ci sono sia il prezzo del cartellino, 25 milioni, sia la probabile cessione di Lacazette al Psg, eventualità che, qualora dovesse concretizzarsi, difficilmente porterebbe il Lione a svendere entrambi i suoi gioielli nel giro di 3 mesi. Torna invece di moda il nome di Stevan Jovetic, già sondato da Mancini ad inizio anno. A Manchester è data ormai per scontata la conferma di Pellegrini, con cui l’attaccante montenegrino non ha mai avuto, per usare un eufemismo, un grande feeling. Un particolare che senza dubbio potrebbe giocare a favore dell’Inter in sede di trattativa, anche se permangono forti dubbi sia sull’ingaggio che sulle condizioni fisiche del giocatore.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: