Roma, il primo obiettivo è sfoltire la rosa: ecco chi parte

Pubblicato il autore: Alessandro Marini Segui

roma

Walter Sabatini è al lavoro da un pezzo per il mercato in entrata della Roma. Ma non meno importante sarà quello in uscita: sono diversi, infatti, i calciatori che in estate andranno via dalla Capitale, chi in maniera definitiva e chi soltanto provvisoriamente. Una nuova rivoluzione, dunque. Ma chi sono i giocatori in bilico?
Portieri- Morgan De Sanctis, anche il prossimo anno sarà un portiere della Roma, ma probabilmente verrà relegato al ruolo di secondo. Ecco perché l’attuale numero 12 giallorosso Lukasz Skorupski andrà via: l’Empoli, che dovrà dire addio all’ottimo Sepe di ritorno al Napoli, ha già opzionato il portiere polacco che si trasferirà con ogni probabilità in Toscana in prestito. Lobont, invece dovrebbe rimanere come terzo.
Difensori- Probabilmente è la zona di campo che verrà cambiata maggiormente in casa Roma: Maicon (che ha il contratto in scadenza nel 2016) potrebbe salutare il club giallorosso con un anno d’anticipo, visti i numerosi problemi al ginocchio che lo hanno colpito in questa stagione. Torosidis è in bilico e alcuni club italiani si sono già mossi per lui; al centro con il rientro di Castan e quello, probabile, di Romagnoli potrebbe salutare Davide Astori (non è escluso che venga riscattato e poi ceduto all’estero), mentre Yanga Mbiwa dovrebbe rimanere come quarto centrale. Sulla sinistra sarà addio per Federico Balzaretti, a cui è stata offerta una panchina del settore giovanile, e soprattutto Ashley Cole, vera delusione di questa stagione e pronto ad un’esperienza in America.

Centrocampisti- Il rischio che parta uno tra Nainggolan e Pjanic c’è (anche se non è detto), ma intanto Sabatini cercherà di mandare in prestito tutti quei ragazzi che hanno visto il campo poco e niente: stiamo parlando, soprattutto, di Ucan e Paredes. Il turco, in realtà è in prestito biennale nella Capitale, ma probabilmente verrà dirottato in qualche club di media fascia italiano con l’avallo del Fenerbache. Discorso diverso per Leandro Paredes, riscattato a marzo dal Boca Juniors, e quindi interamente della Roma: anche per lui probabile esperienza in Italia.
Attaccanti- Le spine per il direttore sportivo della Roma sono due, ovvero i rinforzi del mercato di gennaio: Doumbia ed Ibarbo. Il numero 88 giallorosso, nonostante i due gol messi a segno con Sassuolo e Genoa, potrebbe partire già in estate. Il problema è che l’ivoriano è stato pagato tantissimo e quindi la minusvalenza, in caso di cessione, sarebbe praticamente certa. Ci sarebbero offerte, comunque, da club inglesi e spagnoli; Ibarbo, invece, è arrivato alla Roma in prestito oneroso con il riscatto fissato a 12,5 milioni: il D.S. giallorosso dovrà capire se sarà possibile rinnovare il prestito per un anno o se si potrà abbassare la cifra del riscatto. Se così non fosse il colombiano, che comunque non sta facendo male, potrebbe tornare (solo momentaneamente) al Cagliari, appena retrocesso. Partirà, poi, sempre in prestito anche il giovane Antonio Sanabria, che ha collezionato solamente due presenze in stagione. Resta da capire, infine, chi tra Ljajic e Gervinho sarà il sacrificato di lusso del reparto offensivo: ad oggi il serbo sembra essere l’indiziato numero uno.

Dunque si va verso un nuovo stravolgimento in casa Roma: Sabatini punta, attraverso tutte le possibili cessioni indicate sopra, sia a sfoltire in maniera importante la rosa per dare a Garcia un numero non elevato di calciatori con i quali lavorare, e soprattutto ad abbassare il monte ingaggi in maniera importante, basti pensare agli ingaggi di Cole e Maicon, ad esempio.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: