Francia Belgio 3-4: Nainggolan in evidenza, Juventus alla finestra

Pubblicato il autore: Danilo Montefiori Segui

Nainggolan belgio francia 4-3

Radja Nainggolan è nel suo momento migliore. Il centrocampista belga della Roma lo ha dimostrato anche ieri sera quando ha siglato la rete del momentaneo 3-0 della sua nazionale contro la Francia. Il match è poi terminato 4-3 per i belgi ma a destare scalpore sono state la prova complessiva dei vincitori e la maturità raggiunta dal “ninja” giallorosso.

La situazione di Nainggolan

Proprio il centrocampista in comproprietà tra Cagliari e Roma è al centro del mercato. Da una parte c’è la Roma che lo tratta con i sardi ormai da diversi mesi mentre dall’altra si affaccia la Juventus, che pare decisa a puntare sul classe ’88 per sopperire alle eventuali partenze di Pirlo, Pogba e Vidal (potrebbero partire tutti e 3 o anche nessuno). Un aiuto per i giallorossi potrebbe arrivare dalla cessione di Gervinho all’Al Jazira: l’operazione porterebbe nelle casse societarie una cifra vicina ai 15 milioni di euro, tanto quanto serve a riscattare la seconda metà del cartellino di Nainggolan. Naturalmente i tifosi della Roma aspettano con ansia la risoluzione della trattativa, il belga è tra i più positivi dell’11 di Garcia da quando è arrivato nella capitale, nel gennaio 2014. Per lui, da quel momento, 66 presenze e 7 reti in maglia giallorossa. Ma vediamo come è andato il match di ieri sera Belgio Francia.

Ecco la cronaca di Francia Belgio 3-4

La squadra di Wilmots si è portata in vantaggio grazie a Fellaini al 17′ del primo tempo con un tap in su un tiro di Nainggolan. Al 42′ è arrivato anche il raddoppio belga ancora a firma di Fellaini questa volta attraverso un colpo di testa. Dopo appena 300’’ della ripresa è stato calato il tris da Nainggolan, solo a quel punto i blues si sono svegliati accorciando le distanze con un rigore di Valbuena. I belgi hanno però allungato ancora con un penalty di Valbuena prima che Fekir e Payet (89’ e 91’) fissassero il risultato sul definitivo 4-3.

  •   
  •  
  •  
  •