Il futuro di Kamil Glik è nelle mani del portafoglio di Cairo

Pubblicato il autore: Al Rey Segui

Il futuro di Kamil Glik è nelle mani del portafoglio di Cairo

Nei prossimi giorni verrà fatta chiarezza sulla posizione di Kamil Glik e Urbano Cairo deciderà insieme a Giampiero Ventura quali saranno le basi della prossima stagione calcistica del Torino. Il difensore granata ha detto più volte di voler rimanere a Torino, a patto che gli venga riconosciuto tutto ciò che ha fatto in questi ultimi due anni. In poche parole un congruo rinnovo di contratto.

Già lo scorso anno c’era stato un primo rinnovo di contratto di circa 550.000 euro netti a stagione valido fino al 2017, ma adesso lo stipendio, già astronomico, di Kamil Glik dovrebbe essere ritoccato verso l’alto. A questo punto il capitano si sentirebbe gratificato da tutti i punti di vista e potrebbe continuare a portare il suo contributo fondamentale al Torino.

Sono molte le squadre interessate a Kamil Glik, prima fra tutte il Bayern Monaco, che lo considera il migliore sostituto di Benatia. L’ex giallorosso Mehdi Benatia è stato acquistato dal Bayern per 26 milioni di euro più 4 milioni di bonus ad agosto 2014 e ha firmato un contratto di cinque anni. Se veramente dovesse andare via dal Bayern Monaco i tedeschi punterebbero sicuramente al capitano granata, anche perché il centrale marocchino non si è ancora ambientato completamente in Germania.

Per il momento nessuna trattativa è stata avviata, però Urbano Cairo dovrà fare chiarezza molto in fretta per tranquillizzare i tifosi sulla sorte del grande capitano. Entro questa settimana si dovrebbe sapere con certezza quale sarà il futuro di Kamil Glik.

Il ventisettenne polacco gioca con il Torino dal 2011 in serie B ed è stato importantissimo nell’ascesa verticale granata dell’era Ventura. Ha segnato dei gol fondamentali, tra cui quello della vittoria nella partita di andata di Europa League contro lo Zenit. Complessivamente Kamil Glik ha giocato 121 partite con il Torino segnando 12 gol.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: