Inter, lo sconforto di Mancini: “Senza acquisti inutile che io resti…”

Pubblicato il autore: Francesco Meola Segui

intervista manciniClima sempre più teso tra l’InterRoberto Mancini. Dopo aver assistito impotente ai rifiuti di Dybala e Tourè, il tecnico nerazzurro ha lentamente preso atto dell’impossibilità del club di arrivare ai profili da lui richiesti alcuni dei quali, è bene sottolinearlo, non avrebbero neanche quotazioni eccessive. Le principali difficoltà sinora palesatesi sono state rappresentate da un lato dall’incapacità di soddisfare le richieste economiche della controparte, dall’altro il riuscire a convincere l’interlocutore di turno ad accettare un club il cui appeal, negli ultimi anni, è andato scemando progressivamente.

Nonostante le oggettive difficoltà,  Roberto Mancini a fine stagione si era comunque dimostrato deciso a proseguire la propria avventura sulla panchina nerazzurra ma, stando ad alcune indiscrezioni provenienti dal suo entourage, si starebbe convincendo di non aver fatto la scelta giusta. L’Inter, dal canto suo, continua a rassicurare l’allenatore quotidianamente, ma Mancini non sembra disposto ad arrivare oltre la prima settimana di luglio senza nessuno dei nuovi elementi da lui richiesti. Per l’ennesima volta da quando è divenuto presidente, Erick Thohir è ancora una volta con le spalle al muro: per tornare a vincere bisognerà tornare a spendere.

Non farlo significherebbe infatti ridimensionare sempre più il ‘valore’ del proprio brand ed una piazza senza ambizioni diventerebbe di conseguenza sempre meno appetibile, sopratutto per i top player di cui tanto l’Inter avrebbe bisogno. Se si vuole tenere fede alle promesse fatte ormai dallo scorso anno, bisognerà quindi lanciare un chiaro messaggio sul mercato trovando le prime convincenti intese entro l’inizio del prossimo mese. Qualora ciò non dovesse accadere Roberto Mancini potrebbe anche decidere di rescindere anzitempo il proprio contratto. Non a caso, nelle ultime ore, il tecnico nerazzurro si sarebbe sfogato con il suo staff lasciando trasparire tutto il proprio malcontento e riferendo ad uno di essi la seguente frase: “Senza acquisti è inutile che io resti…”. Soltanto uno sfogo o la reale convinzione che alla fine non arriverà davvero nessuno in grado di fare la differenza?

La palla, come sempre in questi casi, è nelle mani del club a cui toccherà regalare a Mancini almeno qualcuno dei tasselli richiesti, se non si vorrà arrivare a ridosso del prossimo campionato rischiando di dover procedere all’ennesimo cambio di panchina degli ultimi tempi.

  •   
  •  
  •  
  •