Mercato Milan: UFFICIALE l’esonero di Inzaghi. Ecco i nomi del nuovo corso targato Mihajlovic

Pubblicato il autore: Salvatore Balistreri Segui

mercato milan

MERCATO MILAN – Questa mattina, tramite un comunicato effettuato ‘con grande dispiacere’, il Milan ha annunciato ufficialmente a Filippo Inzaghi che non sarà più lui a guidare la panchina del club rossonero nella prossima stagione. A questo punto si aspetta soltanto la nota che ufficializzi lo sbarco a Milanello di Sinisa Mihajlovic per poi concentrarsi pienamente sul mercato Milan.

IL MODULO – Anche Mihajlovic, cosi come i suoi due predecessori, è molto variabile sul modulo di gioco, avendo iniziato la sua carriera da allenatore con il 4-3-3 ma passando spesso e volentieri al 4-3-1-2, fino a riscontrare parecchio successo, culminato con la panchina della Sampdoria lo scorso anno, con il 4-2-3-1. Tre moduli prettamente offensivi con i quali l’ex ct della Serbia riesce a far esprimere al meglio i suoi giocatori, oltre a stimolare parecchio la gola del proprietario del ‘Diavolo’ Berlusconi, risaputo amante del calcio offensivo.

I GIOCATORI,  LA DIFESA – Ma per poter far esprimere al meglio questi moduli e poter portare a casa risultati da Milan occorrono giocatori da Milan. Detto che Mihajlovic vorrebbe riportare alla base l’ottimo Rodrigo Ely visto con la maglia dell’Avellino in Serie B, il sogno di quello che a breve sarà il nuovo tecnico rossonero è sicuramente Romagnoli. Una pedina molto complicata da avere, a causa della volontà della Roma di puntare su di lui dopo la bella annata trascorsa con la maglia blucerchiata. Zapata potrebbe essere girato al Genoa per avere Kucka, mentre Abate e Bonera si apprestano a rinnovare il contratto in scadenza. Ci saranno sicuramente Paletta, Antonelli e De Sciglio, con tutti gli altri (i vari Rami, Mexes, Albertazzi e Zaccardo) ancora in dubbio ma con il futuro più lontano che vicino al Milan.

I GIOCATORI, CENTROCAMPO – Il reparto in mezzo al campo sarà quello che subirà quasi certamente una grande rivoluzione. Detto di Kucka, nella cena di ieri Mihajlovic ha chiesto con fermezza la riconferma di Nigel De Jong davanti la difesa.  lo stesso olandese potrebbe essere stimolato dall’arrivo del serbo e non è da escludere che possa decidere di continuare l’esperienza al Milan rinnovando il suo contratto in scadenza in questo mese. A questi si dovrebbero aggiungere, molto probabilmente, Jose Mauri e Baselli, ovvero due giovani di qualità e talento che aumenterebbero il tasso tecnico del centrocampo milanista. L’ex guida doriana vorrebbe anche Bertolacci, ma per lui vale lo stesso discorso fatto in precedenza per Romagnoli. Non ancora tramontate, infine, le idee Kondogbia (per cui c’è da battere la concorrenza di Inter e Juventus) e Valdifiori (su di lui anche Torino, Napoli e Fiorentina). Pilastri da cui ripartire certamente saranno Bonaventura, il capitano Montolivo e Poli.

I GIOCATORI, ATTACCO -Per quanto riguarda la questione attaccanti, il club di Via Aldo Rossi potrebbe chiedere alla Roma il rinnovo del prestito per Destro (che quasi certamente non verrà riscattato). Se i giallorossi non dovessero acconsentire, Galliani potrebbe riaprire i discorsi con l’Atletico Madrid per Mario Mandzukic, nome caldeggiato dallo stesso Mihajlovic. Il tutto quando a Milanello ogni giorno che passa si sogna sempre di più il ritorno di Zlatan Ibrahimovic, grande amico del tecnico serbo con il quale ha condiviso la vincente esperienza all’Inter. Certi del loro posto in squadra sono El Shaarawy e Honda, mentre è diversa la posizione di Pazzini (in scadenza e stimolato da un eventuale ritorno alla Sampdoria), Cerci e Menez, che potrebbero anche essere ‘sacrificati’ in quanto non ritenuti al centro del nuovo corso milanista.

Mercato Milan, dunque, pronto a entrare nel vivo per quella che si prospetta come una delle estati più ‘calde’ degli ultimi anni per tutto l’ambiente milanista.

  •   
  •  
  •  
  •