Mercato Roma: nel mirino ancora Dzeko, Jovetic, Lukaku e Casillas

Pubblicato il autore: Danilo Montefiori Segui

mercato roma

Si fa ancora un gran parlare in casa giallorossa di possibili arrivi ma, al momento, il mercato Roma ancora non ha regalato l’emozione che i tifosi vorrebbero. Sfumato Bacca (approdato al Milan) ora i riflettori sono puntati sul bosniaco Dzeko, sul suo compagno di squadra al Manchester City Jovetic, sul belga dell’Everton Lukaku e su Iker Casillas, dato in partenza dal real e accostato nuovamente alla Roma.

Mercato Roma: le novità

Attualmente non si può parla re di vere e proprie novità ma la trattativa che sembra meglio avviata è quella su Dzeko: il bosniaco sarebbe felice di approdare in un team in cui ritroverebbe Pjanic. L’ostacolo come sempre è rappresentato dall’ingaggio troppo alto per le casse giallorosse (l’attaccante dovrebbe spalmarsi l’ingaggio scendendo da 6 a 4,5 milioni). Per quel che riguarda Jovetic invece il nodo principale è legato alla concorrenza della Juventus ed al fatto che la Roma stia cercando una prima punta e non un rifinitore (o seconda punta). Per entrambi il prezzo si aggira sui 20 milioni, si tratta di operare una scelta.

Mercato Roma: le suggestioni

Appartiene a questa categoria la vicenda legata a Lukaku. Il 22enne belga dell’Everton ha un prezzo che si aggira sui 50 milioni di euro e per questo la trattativa è destinare a non decollare mai, seppure con dispiacere della piazza che pare apprezzare il gigante belga. Per lo stesso motivo pare difficile puntare su Iker Casillas per la porta. Verrebbe accolto come un totem dai tifosi ed il suo agente ha già speso parole al miele per l’ambiente ma l’ingaggio da circa 10 milioni a stagione rappresenta un ostacolo insormontabile per Sabatini e la Roma.

C’è ancora moltissimo tempo fino alla chiusura del calciomercato ma la sensazione è che la dirigenza stia provando a intavolare per il mercato Roma molte trattative senza chiuderne neanche una. Il rischio è quello di vedersi soffiare gli obbiettivi migliori solo per non volersi concentrare veramente su pochi nomi d’impatto ma, purtroppo, costosi.

  •   
  •  
  •  
  •