Milan, no di Gattuso a Mihajlovic: vicina la firma con il Novara

Pubblicato il autore: Leandro Bianco Segui

Sinisa Mihajlovic incassa il primo “no” da allenatore del Milan. Il tecnico serbo, infatti, dopo aver contattato Gennaro Gattuso per proporgli il ruolo di vice allenatore nel proprio staff, ha ricevuto un secco rifiuto da parte dell’ex centrocampista rossonero. Secondo quanto riporta il sito di Tgcom24, sarebbe il Novara la squadra scelta da Ringhio per proseguire, dopo la brutta avventura all’OFI Creta, la propria carriera da allenatore. Ancora manca l’ufficialità ma Gattuso dovrebbe firmare un contratto di un anno con la società piemontese, appena tornata in Serie B dopo aver trascorso un anno in Lega Pro. A convincere Gattuso sarebbe stato il progetto presentatogli dalla dirigenza azzurra. Nei giorni scorsi Rino aveva dichiarato: “Non mi faccio più fregare, lavorare giusto per dire che si sta lavorando non fa per me. Valuterò solamente progetti seri e importanti”. Requisiti di cui il Novara Calcio, evidentemente, è in possesso, visto il “no” di Gattuso alla deliziosa proposta di Mihajlovic. Dopo Sion e Palermo, la carriera da allenatore di Gattuso ripartirà dunque da Novara. L’ex campione del mondo, ha battuto la concorrenza di Antonino Asta del Bassano, sprovvisto di patentino per la categoria, e Giuseppe Sannino.

Leggi anche:  Risultati Serie A 9° Giornata: Milan ancora vittorioso, il big match Napoli-Roma va ai partenopei

La scelta di Gattuso di rifiutare un posto da dirigente nel Milan, oltreché dal progetto credibile presentatogli dal Novara e dalla voglia di ripartire dopo la sfortunata esperienza in Grecia, potrebbe essere condizionata dal fatto di non volersi bruciare come possibile allenatore del Milan per il futuro. Gattuso infatti sa bene che se l’esperienza di Mihajlovic alla guida del Milan dovesse rivelarsi negativa, lui come vice ne risulterebbe complice e quindi in futuro il suo nome non sarebbe più spendibile per la panchina rossonera. Guidando una piccola squadra come il Novara, invece, Rino può continuare ad acquisire esperienza e ha tutto il tempo per prepararsi a realizzare quello che in fin dei conti è il sogno della sua vita: allenare il Milan.

  •   
  •  
  •  
  •