Calcio, Fabio Capello non è più l’allenatore della Russia

Pubblicato il autore: Rocco Menechella Segui

stipendio Capello Russia

Ora è ufficiale: Fabio Capello non è più l’allenatore della Russia. La Federcalcio russa ha raggiunto un accordo con Fabio Capello per la rescissione del suo contratto da commissario tecnico della nazionale. L’annuncio, che era nell’aria da giorni, è arrivato pochi minuti fa tramite il profilo ufficiale twitter della Federazione Russa. Nel messaggio si annuncia che: la Federazione Russa di Calcio e Fabio Capello hanno raggiunto un accordo sulla risoluzione consensuale del contratto tra le parti. Il contratto tra l’allenatore della nazionale di calcio russa Fabio Capello e l’Unione calcistica russa è stato dunque cancellato.

L’ex allenatore di Roma e Juventus, riceverà circa 15 milioni di euro come buonuscita. Tutto ciò era già stato preannunciato nella giornata di ieri da una fonte vicina alle trattative in cui si anticipava come si fosse giunti alle dimissioni di Capello  in modo soddisfacente per l’ammontare complessivo del suo compenso di circa 15 milioni di euro. La penale prevista per la rescissione unilaterale del contratto (che scadeva nel 2018) era di 25 milioni di euro.  La rescissione arriva dunque con tre anni di anticipo. Ricordiamo che nel 2018 proprio la Russia ospiterà i mondiali di calcio.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Haaland-Juventus, il padre del norvegese: "Ecco perché mio figlio rifiutò i bianconeri"