Calciomercato Juve: Marchisio a un passo dal rinnovo e dal sogno

Pubblicato il autore: Anna Campani Segui

Juventus-Chelsea

Una grande storia d’amore, quella tra la maglia bianconera e Claudio Marchisio. Quel Claudio che da bambino tifava Juve e sognava di diventare un giocatore simbolo, una bandiera.

Un sogno che non sembra poi così lontano. Un contratto in scadenza nel 2016 che a breve diventerà un per sempre.  Sembra, infatti, che il rinnovo di Claudio Marchisio in bianconero, sia a un passo. Le trattative per legare il centrocampista classe ’86, fino al 30 giugno 2019, alla società di corso Galileo Ferraris sono quasi concluse. Manca solo la firma del giocatore, che non tarderà sicuramente ad arrivare.

L’offerta bianconera ammonta a 3,5 milioni di euro a stagione più un bonus in base ai traguardi raggiunti dalla squadra. Un Marchisio che con questo prolungamento diventerebbe sempre di più uomo simbolo Juve.  andando ad occupare sul terreno di gioco quel ruolo da regista  precedetemene di Andrea Pirlo (volato al New York City). Un’eredità non da poco, che la colonna della nazionale non ha certo paura di acquisire.

Non dimentichiamoci che Marchisio ha rischiato, davvero, di lasciare casa Juve come riporta TuttoSport. Destinazione: Bayern Monaco :

L’interesse dei campioni di Germania per l’eclettico centrocampista non è così recente, ma neppure risale alla notte dei tempi. Il fatto è che emissari del club tedesco, dopo essersi soltanto informati nei mesi scorsi, erano pronti a mettersi a tavolino con la controparte nei giorni immediatamente successivi alla finale di Berlino del 6 giugno. Vale a dire quando l’entourage del calciatore rimaneva in costante contatto con Beppe Marotta e Fabio Paratici, mentre dall’estero rimbalzavano sondaggi e situazioni potenzialmente più concrete delle altre dalla Bundesliga. E col Liverpool nel ruolo di società alla finestra. Ma proprio quando gli intermediari per conto del Bayern erano pronti a sbarcare a Caselle per proporre un contratto da 5 milioni a stagione, Marchisio ha fatto capire che – come si suol dire – sono cose che fanno piacere, ma la Juve rimane il top.

  •   
  •  
  •  
  •