Cessioni Milan, tutto in una notte (mentre per gli acquisti ci vuole un’estate intera…)

Pubblicato il autore: Gianluca Cedolin Segui

Cessioni MilanCessioni Milan, in principio Ibra e Thiago – Quanti tifosi rossoneri ricordano lo sgomento nell’apprendere da un giorno all’altro che il Milan aveva venduto Thiago Silva e Ibrahimovic, le due stelle del nuovo ciclo targato Allegri? Un fulmine a ciel sereno che di fatto ha segnato l’inizio del crollo del Milan, terminato con il decimo posto della stagione appena passata.
Cessioni Milan, Prince – E vogliamo parlare di Boateng? L’istrionico centrocampista rossonero non era reduce dalla sua migliore stagione ma era comunque uno dei punti fermi su cui far ripartire il Diavolo 2013-2014. Pronti-via e il ghanese segna una doppietta ai preliminari di Champions nel 3-0 contro il PSV Eindhoven. Rinasce l’amore tra Prince e il Milan? Neanche per sogno, la mattina dopo il giocatore fa le valigie e si trasferisce in Germania, quando nessun quotidiano o nessun dirigente aveva neanche accennato a una trattativa che prevedesse la sua cessione.

Cessioni Milan, i tifosi si interrogano – La domanda che sorge spontanea ai tifosi è: perché le altre squadre riescono in una giornata a iniziare e chiudere una trattativa per acquistare i giocatori rossoneri, mentre per gli acquisti il Milan deve dar vita spesso a vere e proprie telenovelas che si protraggono fino al 31 agosto (e che non per forza vanno a buon fine)?
Quest’anno sembrava ci fosse stata un’inversione di tendenza, con il Milan che lavora sottotraccia per Martinez e Kondogbia e a sorpresa ne annuncia gli arrivi, salvo poi scoprire che gli accordi non erano definitivi e rendersi protagonisti della figuraccia che tutti ormai conosciamo. Certo Bacca e Luiz Adriano, così come Bertolacci, sono state delle operazioni portate a termine in tempi abbastanza brevi (ma con esborsi non indifferenti per il primo e il terzo), ma per Romagnoli e Ibra, i due obiettivi principali, la sensazione è che il tira e molla durerà parecchio.

Cessioni Milan, Elshaa ultimo della lista – E mentre i tifosi sognano, con gli arrivi di Romagnoli e di un gran centrocampista come Witsel o Gundogan, di tornare ad essere veramente competitivi, ecco che nel giro di mezz’ora scoprono che El Shaarawy è stato venduto per 16 milioni al Monaco. Una notizia accolta con pareri discordanti ma che sicuramente ha colto di sorpresa il mondo rossonero, in buona parte convinto che questo potesse essere l’anno della rinascita e della definitiva consacrazione per il faraone. E invece, in una notte, il “crestato” numero 92 è volato in Francia, senza avere nemmeno il tempo di realizzare che stava lasciando la squadra del suo cuore per gettarsi in una nuova avventura, per la quale non resta che augurargli un grande in bocca al lupo. Sperando di svegliarsi domattina e leggere che il Milan ha comprato un difensore e un centrocampista…

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: