Difesa Milan, Romagnoli o niente. Ma che senso ha?

Pubblicato il autore: Gianluca Cedolin Segui
Difesa Milan

ROMAGNOLI
Trentesima giornata di Campionato 2013/2014 Allo Stadio Bentegodi di Verona si cincontrano Chievo Verona e Roma,
(foto Tedeschi)

Difesa Milan, serve un innesto – Mihajlovic continua velatamente a dirlo nei vari interventi e conferenze: il Milan dietro ha bisogno di qualcosa. Il pacchetto di centrali (Paletta, Zapata, Mexes, Alex e Rodrigo Ely) attualmente a disposizione del tecnico serbo è affidabile ma forse non all’altezza di una squadra che vuole tornare subito in Champions League. In quest’ottica l’acquisto di Romagnoli, molto giovane e molto forte, darebbe una grossa mano per blindare la retroguardia rossonera per i prossimi anni. Un suo eventuale arrivo comporterebbe quasi certamente una o due partenze nel reparto arretrato (Alex e Ely gli indiziati, quest’ultimo potrebbe andare via in prestito).

Difesa Milan, Romagnoli o Romagnoli – Sinisa Mihajlovic ha più volte indicato Romagnoli come obiettivo, conoscendone le doti dopo averlo allenato alla Sampdoria la scorsa stagione. Galliani sta provando ad accontentarlo, ma la Roma per ora non abbassa le pretese (30 milioni) e quindi, nonostante la volontà del giocatore di vestire il rossonero, la trattativa per ora rimane ferma (e attenzione a Napoli ed Arsenal). Nei prossimi giorni Roma e Milan torneranno a parlarne, ma se Romagnoli non dovesse arrivare la sensazione è che il Diavolo non si muoverà per un altro difensore.

Difesa Milan, strategie – Bisogna quindi fare una riflessione. Ha senso che il Milan per l’attacco dica “o Ibrahimovic o niente”, in quanto lo svedese sarebbe un po’ la ciliegina sulla torta di un reparto offensivo già probabilmente a posto. Ma se in difesa è evidente che qualcuno forte debba arrivare, come mai la dirigenza rossonera non si sta tutelando individuando un eventuale sostituto di Romagnoli? I soldi infatti non dovrebbero essere un problema, in quanto il Milan è già arrivato a offrire 25 milioni per il romanista. Quindi va bene cercare di portarsi a casa uno dei migliori prospetti dell’intero panorama italiano ed europeo, ma in caso contrario con 25 milioni sembra sia possibile arrivare ad un gran difensore (vedi Hummels ad esempio).
Quel che è sicuro è che, se il Milan vuole veramente lottare per i primi tre posti, in difesa (e anche a centrocampo) serve l’arrivo di un top player, uno che sposti gli equilibri .Non un altro “buon giocatore”, di cui il Milan già dispone in abbondanza.

  •   
  •  
  •  
  •