Ferrero chiude a Cassano, almeno per ora

Pubblicato il autore: Roberto Minichiello Segui

cassano

Si sta parlando troppo della vicenda Antonio Cassano e del no che il tecnico blucerchiato Walter Zenga avrebbe espresso sul suo arrivo in rosa e a mettere fine a questa inutile tiritera ci ha pensato il presidente Ferrero in una nota apparsa sul sito ufficiale. Si avvicina una partita fondamentale per la stagione della Sampdoria, la partita del 30 luglio che potrebbe dare ai blucerchiati quell’Europa League che fa tanta gola a tifosi e giocatori. E proprio per questo che il presidente Ferrero ha voluto chiudere ogni chiacchiera sulla vicenda Cassano-Zenga, le ultime voci parlano di possibili dimissioni del tecnico se l’attaccante barese dovesse arrivare. “Abbiamo lavorato una stagione per avere una Sampdoria europea. Ora abbassiamo i toni e, tutti insieme, concentriamoci solo sui nostri ragazzi, sulla nostra forza e sulle prime due partite di qualificazione all’Europa League. Walter Zenga e la squadra stanno lavorando da settimane per preparare queste gare e ogni altro argomento ora non è prioritario. Contano solamente la voglia, l’entusiasmo e la concentrazione per vincere queste sfide, per continuare il progetto europeo della Sampdoria e dei suoi tifosi.” L’obiettivo è il preliminare tutte le altre vicende sono chiacchiere che fanno solo del male alla squadra e la distraggono, come avvenuto nella passata stagione con il netto calo dei blucerchiati negli ultimi mesi del campionato. Ma Cassano fa sempre parlare di sé da quando ha lasciato la Sampdoria dopo il famoso litigio con Garrone, ad ogni sessione si è parlato sempre di un suo ritorno, cosa che lui non ha mai nascosto ma poi non si è mai verificata.

Prendere Cassano ha sempre i suoi rischi, se da una parte non si discute il suo talento, dall’altra ci si preoccupa dei suoi sbalzi d’umore, dei suoi capricci che hanno sempre condizionato la sua carriera. Forse è questo che pensa Zenga, o pensa alla posizione che potrebbe avere nello scacchiere blucerchiato, quale potrebbe essere il suo ruolo? Accanto a Muriel ed Eder con sacrificato il giovane Correa, sul quale la società quest’anno vuole puntare per far vedere il suo talento, ma dalla sua potrebbe essere una buona chioccia al nuovo numero 10 blucerchiato. Un’altra incognita è lo stato di forma di Cassano, non gioca da otto mesi e questo potrebbe essere un problema per la Samp e per i due preliminari da giocare ad agosto che per entrare nei gironi di settembre. Cassano ha sempre espresso la sua voglia di indossare la casacca blucerchiata, dove forse l’esperienza alla Sampdoria per lui è stata la migliore della sua carriera e forse per amore di questi colori potrebbe anche non pretendere il posto da titolare. Di sicuro questa notizia ha diviso i tifosi blucerchiati, c’è chi non vede l’ora di vedere di nuovo Cassano indossare la maglia numero 99, chi invece il contrario. Dopo tutte queste chiacchiere, ha fatto bene il presidente Ferrero a chiudere la questione almeno fino al preliminare del 30 luglio e del 6 agosto. Poi si vedrà…

  •   
  •  
  •  
  •