Juventus: addio Isco, ma Vidal resta

Pubblicato il autore: Francesco Mattei Segui

juventus vidalNIENTE JUVE PER ISCO: Una buona e una cattiva le notizie che riguardano il mercato della Juventus nelle ultimissime ore. Essendo ottimista parto dalla cattiva: il regista del Real Madrid Isco è stato blindato da Rafa Benitez e non arriverà, salvo colpi di scena, alla Juventus. Il tecnico ex Napoli avrebbe assicurato un ruolo di primo piano al fantasista merengue nel 4-2-3-1 con il quale il Real giocherà la prossima stagione. Eppure le possibilità di vedere Isco in bianconero non sono totalmente nulle. Proprio a partire dal modulo sembra difficile trovare una collocazione allo spagnolo che non è evidentemente adatto per ricoprire il ruolo di mediano davanti alla difesa, mentre nei tre trequartisti la concorrenza risulta spietata. Considerando che Gareth Bale, nonostante il famoso “mal di pancia”, difficilmente lascerà il Bernabeu, Isco se la dovrà giocare proprio con il gallese, Cristiano Ronaldo e James Rodriguez.

Leggi anche:  Juventus-Dybala: "É anche superfluo parlare di contratti per questa persona". La Joya è finita

VIDAL RESTA ALLA JUVE: Un buon mercato si giudica non solo da chi arriva ma anche e soprattutto da chi si riesce a tenere. Se chi rimane risponde al nome di Arturo Vidal (ogni estate nome caldo in uscita) allora le ambizioni non possono che uscirne rafforzate. L’Arsenal, nella persona di Arsene Wenger, parrebbe aver rinunciato al Guerriero bianconero per virare su Morgan Schneiderlin, mediano tuttofare del Southampton, rivelazione della scorsa Premier League. Non è dato sapere se la scelta di abbandonare la pista Vidal sia dovuta ad una richiesta giudicata troppo esosa da parte della Juve o se di natura esclusivamente tattica. C’è chi dice, infatti, che Wenger non voglia Vidal perchè lo giudica un “doppione” di Ramsey e come tale superfluo.

VIDAL IL CATTIVO: I maligni, e non sono pochi, propendono per una motivazione squisitamente comportamentale. Non è un mistero che Vidal sia giocatore sanguigno, ai limiti della correttezza spesso e volentieri. A tal proposito viene subito alla mente la finale di Champions League con il Barcellona dove il cileno ha rischiato più volte il cartellino rosso. Non un episodio isolato visto che anche nella semifinale di coppa America con il Perù Vidal si è reso protagonista di un gesto tutt’altro che sportivo, la manata a Zambrano su cui l’arbitro ha (volutamente?) sorvolato. Fuori dal campo non è andata meglio: solo pochi giorni fa Vidal si schiantava ubriaco con la sua Ferrari mettendo a repentaglio la sua vita e quella di sua moglie.

Leggi anche:  Precedenti Inter Real Madrid, tutto ciò che c'è da sapere sulla sfida di stasera

Ora resta da capire chi ha fatto l’affare, la Juve a tenere Vidal o l’Arsenal a non comprarlo?

  •   
  •  
  •  
  •