Kovacic: “Resto all’Inter, farò il regista alla Pirlo”

Pubblicato il autore: Alberto Tuzi Segui

kovacic

Da tre anni a questa parte Mateo Kovacic è il nome più discusso in casa Inter, nonostante per la tifoseria sia quasi un intoccabile. Molti fan nerazzurri infatti temono tuttora che gli sviluppi di questa sessione estiva di calciomercato possano portare Kovacic lontano dall’Inter, tanto da scatenare una vera e propria campagna per la sua permanenza. E dopo il “pericolo” Liverpool in questi giorni è arrivata notizia di un nuovo interessamento sul croato da parte del Bayer Leverkusen. A rassicurare i tifosi però per il momento ci ha pensato lo stesso Kovacic, che in una intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport ha ribadito la sua volontà di rimanere all’Inter: “La società non ha mai avuto intenzione di cedermi. Voglio restare qui, non mi muovo. Era quello che cercavo: il rinnovo del contratto fino al 2019 lo dice, il rapporto fra me e l’Inter sarà lungo”.

Anzi, Kovacic ha rilanciato la sua candidatura per un posto da titolare fisso nel centrocampo della nuova formazione Inter 2015-16 di Roberto Mancini. Da regista davanti alla difesa, alla Pirlo insomma: “Un grande. Ma anche alla Modric, l’altro mio riferimento”. Una sistemazione in una zona di campo diversa da quelle nelle quali Kovacic è stato provato sinora: “Mi piace stare lì, nel vivo delle azioni e del gioco, la palla che passa spesso dai miei piedi”. 

Meglio regista quindi che interno di centrocampo o trequartista, ruoli nei quali è stato spesso impiegato il croato nelle sue due stagioni e mezzo (arrivò nel gennaio 2013) in nerazzurro alternando momenti grigi a lampi di grande classe. Starà ora a mister Mancini valutare questa possibilità, intanto quest’anno Kovacic potrebbe anche trovare un’Inter molto più croata. Dopo Brozovic infatti è possibile arrivo di Ivan Perisic, già compagno di squadra in nazionale e sul quale Mateo si è sbilanciato: “E’ il giocatore più talentuoso della Croazia, adopera il destro e il sinistro, poter giocare con lui è una fortuna perché fa di tutto, attaccante esterno, seconda punta, forse una volta s’è messo pure a fare l’attaccante centrale. Poi ha tiro, è veloce, bravissimo davvero. Come ragazzo? Potrebbe aiutarci ancora di più”. Il #SaveKovacic nerazzurro dunque continua, e porta adesso la firma pregevole del diretto interessato.

 

  •   
  •  
  •  
  •