Mercato Juventus, ora l’imperativo è vendere!

Pubblicato il autore: Rocco Menechella Segui

juve marotta paratici agnelli

Dopo i tanti colpi in entrata ora il mercato della Juventus è principalmente concentrato sulle cessioni. Attraverso le operazioni in uscita infatti si potrà fare cassa e racimolare il tesoretto da investire nel famoso trequartista tanto caro a Massimiliano Allegri. Tanti i nomi che si rincorrono per la trequarti bianconera ma in attesa che arrivi un fuoriclasse degno della maglia numero 10 della Juventus, ora l’imperativo per la dirigenza è quello di vendere. Dopo le importanti partenze di Tevez e Pirlo ed il quasi certo addio di Angelo Ogbonna con destinazione Inghilterra, restano da piazzare ancora alcuni colpi in uscita. Innanzitutto va trovata una sistemazione a Mauricio Isla, reduce da una brillante Coppa America ma destinato al ritorno in Premier. Diverse le offerte sul piatto per il cileno e la Juventus sta valutando quella più conveniente sia al giocatore che alla società. Nelle ultime ore bisogna registrare un’offerta importante del Bayern di Monaco per il talentino francese Coman. Addirittura 15 milioni per il ragazzo preso a costo zero dalla Juventus dal Psg, ma per ora la Juventus ha rifiutato l’offerta in quanto intende puntare ancora su Coman sia per l’immediato presente che per il futuro. Tutto fatto invece per Marrone al Carpi, nelle prossime ore il centrocampista raggiungerà i suoi nuovi compagni in ritiro.

Con l’arrivo di Simone Zaza in attacco è in bilico anche la posizione di Fernando Llorente. Il Re Leone ha richiesta soprattutto dalla Premier League con il Tottenham che nelle ultime ore è tornato a farsi sotto per accaparrarsi l’ariete spagnolo. Non è detto che alla fine la Juventus possa sacrificare proprio lui nel reparto avanzato ricordando anche che è stato preso a costo zero ed una sua eventuale cessione porterebbe nelle casse bianconere una notevole plusvalenza. In quest’ottica è stato congelato il trasferimento in prestito del giovane Cerri, prelevato dal Parma. Il ragazzo inizierà il ritiro con la Juventus e poi si valuterà se mandarlo comunque al Carpi a farsi le ossa o altrove. Altre posizioni da definire sono quelle che riguardano Simone Padoin e Paolo De Ceglie con quest’ultimo conteso dal Frosinone e dal Bologna. Con la conferma del giovane nazionale Rugani al posto di Ogbonna ecco che si potrebbe provare a prendere un esterno di spinta e le attenzioni sono tutte concentrate su Vrsaljko del Sassuolo per il quale c’è da battere la concorrenza forte del Napoli di Sarri. Ora però la priorità è sfoltire la rosa e cercare di ottenere il massimo dei ricavi dalle operazioni in uscita per puntare forte su un trequartista in grado di far fare il definitivo salto di qualità alla Juventus.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: