Mercato Lazio: Kishna è fatta. Milinkovioc-Savic mercoledì giorno decisivo. Morrison sospiro di sollievo

Pubblicato il autore: Mauro Simoncelli Segui

large_4409e1bd6a1b5503ec9ef857c6a603f9055f4900

Non è stato un weekend  facile per i tifosi biancocelesti. Le due sconfitte in 24 ore maturate sabato contro il Vicenza, squadra di serie B, nell’ultimo giorno di ritiro ad Auronzo di Cadore e domenica a Bruxelles contro l’Anderlecht, hanno fatto scattare più di un campanello d’allarme nell’ambiente Lazio. Certo siamo ancora all’inizio e solitamente il calcio estivo è ingannevole ma per una squadra che tra meno di 20 giorni è chiamata al suo primo impegno ufficiale, la Supercoppa Italiana contro la Juventus a Shangai, non è certo il miglior viatico anche se è meglio affrontare subito eventuali problemi e risolverli che più avanti. La trasferta belga almeno è servita per dare l’accelerata definitiva all’acquisto dell’esterno olandese Ricardo Kishna. Mentre la squadra perdeva per 3-1 la sua prima uscita europea della stagione, il direttore sportivo Tare, il segretario Calveri e il procuratore del giocatore Raiola, trovavano l’accordo definitivo sull’ingaggio spettante al giovane talento ma soprattutto trovavano l’accordo sulla percentuale spettante all’Ajax in caso di eventuale vendita futura. 1,2 milioni per 4 anni ecco quanto guadagnerà Kishna nella sua futura avventura romana. Oggi si era sparsa addirittura una voce che il giocatore fosse già giunto a Roma ma la cosa si è rilevata infondata. La certezza è però quella che il giocatore non si presenterà alla presentazione della sua vecchia squadra. Altro segnale importante che la trattativa è oramai praticamente ai dettagli. La Lazio conta di far aggregare il giocatore con i suoi nuovi compagni addirittura già mercoledì quando la squadra, dopo due giorni di riposo,  partirà per la seconda fase del ritiro in Austria. Diverso è il discorso per il serbo Milinkovic-Savic. Lazio_Milinkovic-SavicDopo che per settimane la Lazio ha lavorato ai fianchi del giocatore, della sua famiglia e di tutto il suo entourage, facendo visitare Roma e il centro sportivo di Formello, sembrerebbe che la Fiorentina abbia sorpassato negli ultimi giorni la squadra romana proponendo un offerta migliore alla squadra di appartenenza del giocatore, il Genk. Forte però del consenso del giocatore, Tare ha pareggiato l’offerta dei “viola”: 8,5 milioni più 1,5 di bonus. Nel tardo pomeriggio è uscito allo scoperto il giocatore che ha rivelato: Mi trovo in un momento cruciale della mia carriera, potrei fare un grande passo in avanti, forse il più importante. Devo valutare ogni singolo dettaglio, Lazio e Fiorentina sono uscite allo scoperto presentando delle offerte molto interessanti. Parliamo di due grandi club, sto riflettendo su quale dei due sia migliore per la mia crescita. Sono consapevole tuttavia che per quanto conti la mia scelta, l’ultima parola spetterà al Genk, che potrebbe incassare diversi milioni di euro dalla mia cessione. Sarà una mia decisione ed entro mercoledì sarà tutto più chiaro.” Parole chiare sulla volontà sia del giocatore che della società belga di accettare le sirene italiane ora però dobbiamo solo aspettare altre 48 ore. Alla Lazio restano tranquilli consapevoli di aver lavorato bene con lo il giocatore e tutto il suo staff. Capitolo rinnovi: Sabato scorso, in occasione dell’ultimo giorno di ritiro ad Auronzo, è salito anche il presidente Lotito che, per l’occasione, ha voluto incontrare personalmente il portiere titolare della Lazio, Federico Marchetti. Il rapporto tra la Lazio e il suo numero 22 dovrebbe proseguire senza intoppi con il rinnovo del contratto e il giusto ritocco dell’ingaggio. Quella che preoccupa è invece la situazione del bosniaco Senad Lulic, che avendo il contratto in scadenza nel 2017 e alcune offerte dall’estero vorrebbe rinnovare di almeno altri due anni il contratto con un sostanziale ritocco dell’ingaggio che passerebbe dagli attuali 1,2 milioni a due netti. Richiesta giudicato alta dalla società, la situazione dell’eroe del 26 maggio appare davvero complicata. Domani intanto visite di idoneità sportive per Alvaro Gonzalezlo scorso anno per 6 mesi in prestito al Torino. Il giocatore, rientrato alla Lazio, è voluto tornare prima dalle vacanze post Coppa America, per mettersi a disposizione di Pioli e giocarsi una chance di permanenza nella capitale. Opportunità che sembra definitivamente fallita per Honorato Ederson. Il brasiliano dall’ingaggio oramai troppo pesante, sembrerebbe aver finito la sua esperienza alla Lazio, ha tempo fino a martedì notte per trovare un accordo con i brasiliani del Flamengo prima della chiusura del mercato brasiliano. La Lazio gli concederà la lista gratuita del cartellino. Chiudiamo con il report medico sulle condizioni della caviglia infortunata di Ravel Morrison.

IMG_6574Sono fortunatamente meno gravi del previsto le conseguenze della brutta distorsione subita dall’inglese sabato dopo pochi minuti dell’amichevole contro il Vicenza. L’elongazione speronea ossea verrà curata con terapia manuale unita ad una fase riabilitativa in piscina. Tra 5 giorni potrà ricominciare a lavorare gradualmente sul campo. Si spera di metterlo a completa disposizione per la trasferta di Shangai, per un grande sospiro di sollievo di tutti i tifosi della Lazio.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: