Mercato Napoli: a Dimaro è atteso De Laurentis, con due sorprese…

Pubblicato il autore: Dario D'Auriente Segui

Mercato NapoliOre calde, ore di attesa a Dimaro per il mercato Napoli. Nei prossimi minuti (al massimo per ora di pranzo) è infatti atteso nel ritiro della Val di Sole il patron Aurelio De Laurentis. Il presidente azzurro, di ritorno dopo una settimana di distanza dalla squadra, dovrebbe portare con sé un paio di sorprese: non giochi, non caramelle né regali, ma due colpi di mercato. Stiamo parlando di Allan e Astori, le cui trattative si sono sbloccate definitivamente nel week end e che nelle prossime ore verranno ufficializzati dal club partenopeo. L’arrivo del brasiliano e del bergamasco sistemeranno, in parte, il reparto arretrato e il centrocampo del Napoli, con mister Sarri chiamato a far amalgamare i due nuovi arrivi in corso d’opera. Poi, per Giuntoli e ADL, sarà la volta di pensare agli altri innesti.

Altre notizie mercato Napoli – In primis un terzino, di fascia destra più che di sinistra, meglio se polivalente. Sfumato Darmian, il Napoli aveva puntato forte su Vrsaljko del Sassuolo e Sala del Verona, ma le trattative si sono arenate per chiudere gli affari Allan e Astori. Adesso riprendono con maggiore insistenza. Il croato appare essere l’obiettivo numero uno del mercato Napoli. L’offerta di 10 milioni presentata da ADL è stata finora rifiutata dal Sassuolo, ma la volontà del calciatore è quella di cedere alle lusinghe azzurre, per firmare un quadriennale da 1,2 mln di euro a stagione. E si sa, nel calcio, quando un giocatore vuole qualcosa, la ottiene. L’alternativa è Sala, per il quale l’investimento è sensibilmente minore (il Verona ha rifiutato 3 mln), ma che non convince moltissimo per i problemi in fase difensiva. Chi piace, invece, e molto, come confermato dal suo stesso agente, è Silvain Widmer, 22enne svizzero in forza all’Udinese. Ma dopo l’affare Allan, con Zapata (che ha rinnovato fino al 2020 con il Napoli ma che andrà in prestito biennale ai bianconeri) e Britos inseriti come contropartite, difficile pensare ad un altro sacrificio economico importante di Aurelio De Laurentis sempre in Friuli.

  •   
  •  
  •  
  •