Salah va allo scontro con la Fiorentina: società furiosa

Pubblicato il autore: Daniele Triolo Segui

Salah

Salah doveva dare una risposta alla società gigliata, ma ha disatteso le promesse. I Della Valle lo convocano per il ritiro, infliggendogli una punizione

Salah fa inviperire la Fiorentina. Questa sera, intorno alle ore 20, era attesa la risposta di Mohamed Salah in merito la proposta avanzatagli dalla società viola, dimostratasi seriamente intenzionata a blindare il ‘Messi d’Egitto‘ andando incontro alle sue esigenze ed accettando di offrirgli un contratto pluriennale da 3 milioni netti a stagione.

Ma Salah, contrariamente a quanto annunciato ieri, ha preso ancora tempo, e non ha dato una risposta definitiva ai Della Valle, che si sono inviperiti. La società toscana, infatti, stanca dei continui capricci dell’egiziano, dietro il quale, secondo rumors di mercato, ci sarebbe la Juventus, ha deciso di andare al muro contro muro con Salah: la rottura è certificata, il giocatore è stato regolarmente convocato per il raduno ed il successivo ritiro precampionato (12-13 luglio), ma non solo. La Fiorentina ha difatti deciso di ritenere valido l’accordo stipulato precedentemente con il Chelsea, che prevedeva, come noto, il prolungamento del prestito fino al 30 giugno 2016 con la conferma del vecchio ingaggio per Salah, pari a 1,8 milioni l’anno.

In sostanza: la Fiorentina ha deciso di punire il proprio bizzoso attaccante non riscattandone il cartellino dalla società di Roman Abramović, magari puntando quei 16 milioni di euro previsti per il riscatto di Salah dal Chelsea su altri obiettivi di mercato, e, soprattutto, di negare a Salah il raddoppio degli emolumenti chiesti, attraverso il proprio entourage, non più tardi di due giorni fa. La dirigenza della Fiorentina è su tutte le furie: Diego Della Valle ha parlato di Salah nel corso di un’intervista rilasciata a ‘Otto e ½‘, programma di ‘La7‘, facendo intuire tutta la sua insoddisfazione per l’esito delle trattative con l’egiziano. “Non so niente, dovete parlarne con mio fratello”, ha esclamato il patron viola: come riporta nelle ultime ore il sito web www.gianlucadimarzio.com, la Fiorentina adesso sta valutando di passare alle vie legali per considerare validi i vecchi accordi mentre, Salah, dal suo canto, potrebbe scegliere di ricorrere alla FIFA, in quanto negli accordi era previsto che il giocatore avesse il diritto di veto sulla conferma del prestito alla società gigliata.

  •   
  •  
  •  
  •