Alex Sandro si presenta: “La Juve un sogno da sempre”

Pubblicato il autore: Rocco Menechella Segui

alex sandro juveAlex Sandro è stato presentato ufficialmente alla stampa e ai tifosi oggi pomeriggio. Il brasiliano, acquistato dal Porto per 26 milioni di euro, ha risposto alle domande dei giornalisti nella sala stampa dello Juventus Stadium. Ecco le prime dichiarazioni di Alex Sandro da calciatore della Juventus:

Essendo stato presente in panchina nello sfortunato esordio di ieri contro l’Udinese la prima domanda è proprio su una sua impressione della gara di ieri e dell’atmosfera dello Juventus Stadium:
“E’ una sensazione spettacolare, fantastica. Una sensazione che tutti i calciatori si augurano di provare. Purtroppo ieri siamo stati sconfitti ma abbiamo fatto un buon gioco e solo una disattenzione ci è costata la sconfitta”.

Sul suo ruolo in campo e su cosa possa dare alla squadra bianconera Alex Sandro non ha dubbi:
“Una delle mie caratteristiche importanti è che io sono uno che entra sempre per vincere, io do il 100% per vincere, cercando sempre di attaccare bene e difendere bene. Durante gli allenamenti, durante le partite, potrò far vedere le mie qualità”.

Allo stesso modo quando gli viene chiesto perchè ha scelto la Juventus piuttosto che altri club che pure erano sulle sue tracce la risposta è chiara e decisa.
“Mi ha portato alla Juve ciò che è stato il mio sogno da sempre, era un mio desiderio giocare nella Juventus e per la fiducia che ho nel club. E’ un sogno che finalmente si sta avverando per me”.

Una domanda infine generica sul campionato italiano, se può essere una sorpresa per lui o se lo ha seguito anche da lontano in passato.
“Io ho sempre seguito il campionato italiano, è un campionato molto difficile. E’ il campionato più tattico al mondo. Io ho la certezza che mi aiuterà molto nella mia carriera, forgerà il mio stile di gioco. Io so che crescerò con il calcio italiano e so che la Juve mi supporterà in questo percorso”.

Leggi anche:  Guardia di Finanza di Perugia: "L'esame di Suarez fu una farsa"

  •   
  •  
  •  
  •