Cuadrado: “A Roma per vincere, se Allegri vuole sono pronto”

Pubblicato il autore: Rocco Menechella Segui

cuadrado presentazioneCuadrado è stato presentato nel pomeriggio di oggi nella sala stampa delllo Juventus Stadium. L’esterno colombiano arrivato in prestito dal Chelsea fino a fine stagione ha risposto alle domande dei giornalisti presenti e si è detto già pronto a scendere in campo per la gara di Roma. Ecco le prime parole da giocatore bianconero di Juan Cuadrado:

Come stai fisicamente? Sei pronto? Sei pronto per scendere in campo contro la Roma?
“Sono molto contento. Prima di tutto ringrazio Dio per questa opportunità, il mio procuratore e la Juventus. Sarà una sfida per me. Sì, mi sono sempre allenato, anche nel momento in cui non ero arrivato, mi stavo allenando e comunque mi alleno sempre per giocare. Spero domenica, se mi mi dà l’opportunità di scendere in campo. Per me sarebbe un piacere”.

Vivi questo ritorno in Italia come un passo indietro alla luce anche di alcune parole che avevi speso al tuo arrivo in Inghilterra? Tu hai già fatto il 3-5-2 con Montella, come ti trovi? Ti trovi meglio con il 4-3-3?
“No, un passo indietro penso di no. E’ stata una scelta, per me, la migliore, e spero di allenarmi sempre al massimo, dare tutto per questa maglia. Nella Fiorentina abbiamo giocato tante volte con il 3-5-2 e sono sempre disponibile con il mister, cerco di allenarmi, poi deciderà lui dove devo giocare”.

Cosa non ha funzionato in Inghilterra? Che numero hai scelto?
“La verità è che non lo so, sono stato sempre professionista, mi sono allenato sempre benissimo. Non è stata la concorrenza che avrei voluto, ma sono sempre stato prontissimo, solamente questo. La maglia che ho scelto è il 16, che era l’unica disponibile (ride, ndr). Per rispetto anche dei compagni, perchè è così. Ora che mi ricordo, il 16 è il compleanno della mia sorellina”.

Ti ha detto qualcosa Mourinho prima di tornare in Italia? Che cosa ti ha già chiesto Allegri in questi primi allenamenti?
“No, il mister Mourinho non mi ha detto niente, solamente quando ha saputo che venivo qua, ho parlato con lui, secondo me ho fatto una scelta giusta e spero di fare benissimo in questa grandissima squadra, partita per partita lottare per lo Scudetto. Con il mister non abbiamo ancora avuto la possibilità di parlare tantissimo, ma negli allenamenti mi parla sempre molto ed io devo solo fare il mio lavoro, allenarmi ed essere pronto”.

Per quelle che sono le tue caratteristiche quali sono le difficoltà che ha riscontrato nel campionato inglese? Sarà uno stimolo in più per fare benissimo alla Juventus il fatto di essere arrivato in prestito?
“Le mie caratteristiche quasi tutti le sanno, cerco molto di puntare l’uomo, un po’ rapido. Sempre, sono molto contento di stare qua, mi dà ancora più forza e spero di avere la possibilità, di avere un po’ di continuità e lottare per un posto”.

  •   
  •  
  •  
  •