FOTO Top 11 cessioni Milan ufficiali: tutti i nomi di chi ha già lasciato i rossoneri!

Pubblicato il autore: Salvatore Balistreri Segui

cessioni milan

CESSIONI MILAN – Questa sera alle ore 21 si disputa in Canada la finale di Supercoppa di Francia tra Psg e Lione. Una partita che interessa da vicino il Milan e i milanisti, dato che potrebbe essere l’ultima con la maglia dei parigini di Zlatan Ibrahimovic (almeno in Francia in molti sostengono questa tesi). In attesa dello svedese e di eventuali altri colpi di mercato (vedi Romagnoli o Witsel), un Milan notevolmente rinfrescato nell’anima dalla positiva tournèe in Cina sta anche sistemando, in maniera non molto mediatica, il problema esuberi in squadra.

IL SILENZIO DEGLI INNOCENTI – Infatti, a parte la partenza di El Shaarawy e l’esonero di Inzaghi dal ruolo di allenatore, i rossoneri hanno già detto addio a una squadra intera in maniera del tutto silenziosa. Cessioni Milan che possono essere così riassunte:

CESSIONI MILAN: PORTA E DIFESA – In porta, con la questione Agazzi ancora in discussione, ha lasciato i rossoneri il brasiliano Gabriel, che giocherà al Napoli per un anno in prestito. Il reparto difensivo è composto dall’ormai ex bandiera Daniele Bonera, che lascia il Milan dopo nove anni e 201 presenze, e da Salvatore Bocchetti, cui non è stato esercitato il diritto di riscatto. Tutto questo per quanto riguarda le fasce laterali (in più si potrebbe inserire anche Pablo Armero ceduto al Flamengo), mentre nella zona centrale del reparto i nomi più importanti sono quelli di Adil Rami, che ha raggiunto Emery e Immobile al Siviglia, e Michelangelo Albertazzi, appena ceduto a titolo definitivo al Verona.

CESSIONI MILAN: CENTROCAMPOA centrocampo non si può non nominare la coppia ghanese Essien-Muntari. Al primo, cosi come successo per Bonera, è scaduto il contratto e dal 1 giugno è stato libero di accasarsi in un’altra squadra (qual è il Panathinaikos), mentre con l’ex interista il discorso è stato diverso, in quanto il contratto aveva scadenza naturale prevista nel giugno 2016. Ma società e giocatore hanno raggiunto partenze Milan 2015l’accordo per la rescissione consensuale, che ha permesso al mediano di trasferirsi all’Al-Ittihad e guadagnare la bellezza di 7 milioni di euro a stagione per due anni. L’ultimo tassello di centrocampo è occupato dal giovane Marco Van Ginkel, cui non sono bastate le ottime prestazioni nelle ultime partite dello scorso campionato per guadagnarsi la conferma da parte del Milan. Poco male per il 22enne di proprietà del Chelsea, che continuerà la sua avventura in prestito con la maglia dello Stoke City in Premier. Tra le riserve della presunta squadra troviamo il nome di Valter Birsa, riscattato definitivamente dal Chievo Verona.

CESSIONI MILAN: ATTACCO – L’attacco è il reparto che fa segnare i nomi più importanti. Sicuramente ha fatto discutere non poco gli esperti dell’ambiente Milan l’addio quasi improvviso di Stephan El Shaarawy. In molti, Mihajlovic compreso, lo hanno interpretato positivamente causa la non adattabilità delle sue caratteristiche al nuovo modulo con cui vuole giocare il serbo, mentre altri gli avrebbero dato ancora una possibilità nonostante le ultime due stagioni trascorse più in infermeria che sui campi da gioco. Davanti al ‘Faraone’, che potrebbe essere inserito come trequartista della nostra ipotetica squadra, troviamo la coppia offensiva tutta italiana su cui si basavano le sorti offensive del Milan lo scorso anno, ovvero Giampaolo Pazzini, a dire la verità poco utilizzato sia da Seedorf che da Inzaghi, e Mattia Destro, rispedito al mittente (Roma) dopo le opache comparse con la casacca rossonera negli ultimi sei mesi della scorsa stagione. Il tutto per una Top 11 cessioni Milan che può essere riassunta come mostrato dall’immagine riportata qui di fianco.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: