Inter, mercato in uscita: pista francese per Ranocchia

Pubblicato il autore: Andrea Russo Segui

Ormai qualunque tifoso nerazzurro ha compreso che la cessione di qualche difensore è necessaria se si vogliono rispettare i parametri imposti all’Inter dal Uefa e, soprattutto, per l’arrivo di nuovi giocatori. In questo contesto, è chiaro che oltre alle trattative di cessione già avviate per D’Ambrosio, l’Inter vorrebbe cedere anche Andrea Ranocchia, un capitano che non è più capitano, perennemente relegato in panchina e beccato costantemente dai tifosi. Nel calcio, si sa, la mancanza di serenità può far sprofondare un giocatore e Ranocchia, in caso di una sua permanenza all’Inter, rischia di non riprendersi più, prima psicologicamente poi come calciatore. Ecco allora che gli uomini mercato nerazzurri stanno sondando una pista francese per Ranocchia, che in precedenza ha avuto anche diverse offerte da parte di Roma, Milan, Valencia e da molte squadre in Bundesliga.

La squadra francese interessata al centrale italiano sarebbe il Monaco che, dopo aver acquistato Fabio Coentrao, vorrebbe rinforzare ulteriormente il proprio reparto arretrato proprio con il capitano nerazzurro, che nella squadra del Principato andrebbe a formare un tandem centrale, tutto italiano, con il collega e ormai veterano del campionato francese, Andrea Raggi. Trasferirsi nel Principato e mettersi alla prova nel campionato francese sarebbe, forse, un’affare sia per Ranocchia che per l’Inter. Infatti, la squadra nerazzurra si libererebbe di un ingaggio pesante, soprattutto se considerato che il difensore è ormai una riserva, e Ranocchia avrebbe sicuramente la possibilità di giocare con maggiore continuità, provando, quindi, a riprendersi una maglia in Nazionale, e di lavorare in un ambiente certo meno stressante rispetto a San Siro. In ultima analisi, quindi, la pista francese per Ranocchia sarebbe l’ideale e, senza dubbio, da percorrere per cercare di ritrovare serenità e sicurezza nel gioco e, con essa, anche la Nazionale, dato che Antonio Conte, commissario tecnico dell’Italia, ha sempre stimato molto il giocatore.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: