Mercato Milan, Romagnoli ad un passo. Paletta via?

Pubblicato il autore: Gianluca Cedolin Segui

Mercato Milan Romagnoli

Mercato Milan, la Roma vende – Dopo aver piazzato i colpi Salah e Dzeko la Roma ha urgente bisogno di soldi. Un bisogno che potrebbe spingerla ad accettare in questi giorni l’offerta del Milan per il ventenne difensore centrale Alessio Romagnoli. Le indiscrezioni di TuttoSport parlano di un Galliani pronto a incontrare Sabatini nel weekend e mettere sul piatto un’offerta irrinunciabile da 25 milioni + 3 di bonus. Molti soldi per un giocatore di sicura prospettiva ma che per ora ha giocato solo una stagione nel massimo campionato italiano.

Mercato Milan, abbondanza in difesaL’arrivo di Romagnoli avrebbe come conseguenza necessaria una cessione nella retroguardia rossonera visto che il pacchetto di centrali arriverebbe a sei uomini. E se inizialmente i primi indiziati a partire erano Alex e Rodrigo Ely, ad essere sacrificato dovrebbe invece essere Gabriel Paletta. Alex infatti, prigioniero del suo ingaggio, non ha molto mercato mentre Rodrigo Ely sta convincendo Mihajlovic a concedergli una chance. Con Mexes e Zapata confermati dal presidente Berlusconi in persona, ecco che Paletta potrebbe lasciare Milanello dopo soli sei mesi (su di lui ci sarebbe l’Atalanta in pole). Un sacrificio non indolore, con il Diavolo che si priverebbe di quello che molti considerano il miglior centrale (oltre che l’unico italiano).

Mercato Milan, centrocampista cercasi – Miha ha da tempo indicato Romagnoli come primo obiettivo, ma in seguito alle due amichevoli dell’Audi Cup il tecnico serbo potrebbe bussare alla porta della dirigenza per chiedere un centrocampista di classe e caratura internazionale. Il nome di Witsel resta in cima alla lista, ma negli ultimi giorni si sta facendo strada la suggestiva pista che porta a Javier Mascherano del Barcellona, un uomo che potrebbe spostare gli equilibri nella mediana rossonera. Per ora sono solo voci, con Mascherano che viene accostato anche alla Juve, ma i tifosi rossoneri sperano in un regalo del Condor (sempre che non se ne venga fuori con il suo “siamo apposto”).

  •   
  •  
  •  
  •