Milan, che fatica sfoltire! Il punto sulle cessioni

Pubblicato il autore: Gianluca Cedolin Segui
Cessioni

Db Monaco di Baviera (Germania) 05/08/2015 – Audi Cup / Tottenham-MIlan / foto Daniele Buffa/Image Sport
nella foto: Alessio Cerci

Ad oggi la rosa del Milan dispone di trentuno uomini. Un numero decisamente troppo elevato per una squadra che non disputa le coppe europee. La dirigenza deve quindi muoversi in fretta per piazzare dei colpi in uscita, al fine di dare a Miha un gruppo meglio gestibile e di sgravare il bilancio dagli ingaggi degli esuberi.
Analizziamo ruolo per ruolo la situazione della rosa rossonera:

Portieri – In questo ruolo appare tutto deciso, con Diego Lopez che farà il titolare, Abbiati il secondo portiere e il giovanissimo Donnarumma (classe ’99) che agirà come terzo, pronto a crescere sulle spalle dei due esperti colleghi. In rosa c’è ancora Agazzi, che è destinato alla cessione ma che ancora non ha trovato un accordo con le società a lui interessate. Sull’estremo difensore ex Cagliari e Chievo rimane vivo l’interesse del Malaga, mentre ieri SportMediaset parlava di un’offerta del Middlesbrough, club che milita nella seconda serie inglese.
Giocatori in rosa: 4
Cessioni necessarie: 1

Difensori – Con l’arrivo di Romagnoli il pacchetto dei centrali difensivi conta ora sette elementi (con l’ex Roma ci sono Mexes, Zapata, Paletta, Rodrigo Ely, Alex e Zaccardo). Sono necessarie quindi almeno due o tre uscite. Zaccardo è ai margini del progetto ma continua a rifiutare le avances di altri club (l’ultima quella ricevuta dagli indiani del Pune City). Paletta ha ricevuto offerte da Bologna e Atalanta, e la sensazione è che proprio i bergamaschi la spunteranno, versando nelle casse rossonere 2-3 milioni per il 29enne italo-argentino. Con Mexes fresco di rinnovo ed Ely in grande crescita, assieme a Paletta potrebbe partire anche uno tra Zapata e Alex. Per il colombiano si è fatto avanti l’Everton, ma per ora la società lo ritiene incedibile. Il brasiliano verrebbe lasciato partire meno a malincuore (interessa a Olympiakos, Fenerbache e in Brasile), ma il suo ingaggio pesante ne rende difficile la cessione.
Per i terzini invece niente dovrebbe cambiare, con Abate e Antonelli che saranno i probabili titolari e De Sciglio e il giovane Calabria le alternative.
Giocatori in rosa: 11
Cessioni necessarie: 2-3

Centrocampisti – La situazione della mediana è meno magmatica, con sette elementi che si giocheranno tre maglie: oltre ai nuovi acquisti Bertolacci e Josè Mauri ci sono infatti De Jong, Montolivo, Bonaventura, Poli e il rientrante Nocerino. La sensazione è che la situazione dovrebbe rimanere così, almeno che i dirigenti non piazzino un colpo in entrata (si continua a lavorare per Witsel, Soriano o altri nomi). In tal caso potrebbe partire Nocerino, sul quale resta vivo l’interesse del Bologna.
Giocatori in rosa: 7
Cessioni necessarie: 1 (in caso di un arrivo)

Attaccanti – Come la difesa, anche questo reparto necessita di essere sfoltito. Attualmente i giocatori offensivi a disposizione del tecnico serbo sono ben nove (per tre posti da titolare). Sicuri al 100% di rimanere sono per ora solo i due nuovi acquisti Bacca e Luiz Adriano e il giovane Niang, che a causa di uno sfortunato infortunio rientrerà ad autunno inoltrato. Proprio il guaio fisico del francese classe ’94 ha rialzato le quotazioni di Matri, che sembrava sicuro della partenza ma che invece ora potrebbe restare. Nel gruppo dei trequartisti sarebbe necessaria almeno una cessione: Verdi al 90% lascerà Milanello, mentre la situazione degli altri è ancora un rebus. Honda piace in Premier (Tottenham ed Everton su di lui), ma proprio nelle ultime ore Milan Channel ha smentito la notizia di una sua possibile vendita. Suso piace in Spagna, ma Miha dovrebbe dargli una chance almeno fino a gennaio; in ogni caso se dovesse lasciare il Milan partirebbe in prestito. Menez sta avendo dei problemi fisici e la sua cessione sarebbe l’unica in grado di portare denaro nelle casse rossonere (con anche una grande plusvalenza), ma il talento del francese non è in discussione e dopo la grande stagione passata dovrebbe restare. Cerci infine continua ad essere una copia sbiadita dell’esterno tutto corsa e gol visto a Torino, ma il suo stato contrattuale (in prestito dall’Atletico Madrid) ne rende difficile la cessione. Non è da escludere quindi che il Milan mantenga tutti i giocatori (escluso Verdi) almeno fino a gennaio. Sempre che non arrivi Ibra a scompigliare le carte…
Giocatori in rosa: 9
Cessioni necessarie: 2

Totale:
Giocatori in rosa: 31
Cessioni necessarie: 6

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: