Napoli De Laurentis: “Mercato non chiuso. Entro il 31 sorprese”

Pubblicato il autore: Dario D'Auriente Segui

Napoli De LaurentisNapoli De Laurentis – E’ lo stesso Aurelio De Laurentis, intervenuto sulla radio ufficiale del club, Radio Kiss Kiss, a parlare del mercato del Napoli. Lo fa tranquillizzando i tifosi, e lo stesso Maurizio Sarri, che ancora gli chiedono qualche colpo per completare la rosa. “Il mercato del Napoli non si è concluso, faremo qualche innesto da qui al 31 e ci saranno sorprese. Ma adesso contano le uscite“. La priorità del presente, dunque, sono le cessioni. E’ infatti ufficiale il trasferimento di Gokhan Inler al Leicester e si attendono a breve news simili per Henrique (VIllareal?), Koulibaly (Southampton), Andujar e Rafael (Nizza). Ma anche per altri due calciatori dell’attuale rosa azzurra. “Stiamo trattando le uscite di De Guzman e Zuniga e stiamo piazzando dei vecchi amore del Napoli come Vargas, che ha tre richieste importanti, o Dumitru“. Per l’olandese in pole c’è il Marsiglia e si attendono sviluppi davvero a breve. Per il colombiano sono tante le pretendenti, tra cui le italiane Inter, Roma e Fiorentina.

Napoli De Laurentis – Ma su una cosa De Laurentis è stato chiaro: “Non c’è alcuna uscita dei giocatori offensivi, stiamo solo trattando le uscite che avevamo premeditato“. Questo per zittire le voci che negli ultimi giorni hanno accostato Mertnes, Callejon e Gabbiadini proprio all’Inter di Mancini, ancora alla ricerca di un esterno offensivo capace di fare la differenza in Serie A. Anzi, ADL ha tenuto a precisare “Nessuna operazione con l’Inter, né in entrata né in uscita“. Quindi abbandonate anche le ipotesi Ranocchia e Juan Jesus per la difesa.

Infine, proposta dal numero 1 del Napoli per un campionato nuovo in Italia. “Se avessimo un bel campionato a 16 squadre, che inizia il primo ottobre e termina il primo aprile, avremmo più tempo per gestire le competizioni ed il mercato. Oppure proporrei un mese di stop in inverno, perché non c’è niente di peggio del fare mercato mentre si gioca“.

  •   
  •  
  •  
  •