Dure accuse dalla Russia per Milan e Juventus sulla trattativa Witsel

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui

witsel1A due giorni dalla fine della sessione estiva di calciomercato arrivano pesanti accuse da parte dei dirigenti dello Zenit San Pietroburgo in merito alla vicenda legata al possibile approdo del centrocampista belga Axel Witsel in Italia. Il giocatore, vicinissimo al Milan e sul quale si erano accese anche le sirene della Juventus, è stato messo al centro di una querelle che potrebbe avere anche strascichi pesanti per le formazioni italiane. Il Direttore Generale del club russo, Maksim Mitrofanov, infatti ha parlato di ” azioni non regolari” condotte da Milan e Juventus nel tentativo di convincere il giocatore ad approdare in Italia.  Secondo Mitrofanov Milan e Juventus avrebbero cercato di negoziare con l’agente di Witsel senza aver avuto il preventivo via libera da parte della società russa. ” Ci rivolgeremo alla UEFA – ha dichiarato Mitrofanov – e chiederemo di valutare l’atteggiamento dei club italiani e se gli stessi abbiano agito in modo regolare o abbiano violato le disposizioni. Se così fosse le due squadre dovrebbero essere sospese per un paio di anni“. Nel suo intervento, il Direttore Generale del club di San Pietroburgo  ha attaccato in particolare il Milan accusato di aver contattato il club russo per discutere del possibile trasferimento di Witsel soltanto due giorni prima della chiusura del mercato.

 

  •   
  •  
  •  
  •