Inter, Brozovic verso l’addio

Pubblicato il autore: Andrea Sicuro Segui

Cessione Brozovic

Non sono tutte rose e fiori in casa Inter dopo la vittoria nel derby e il primo posto in classifica. Roberto Mancini dovrà ora essere abile a gestire l’euforia del momento e i primi inevitabili malumori nello spogliatoio nerazzurro. Come quello di Marcelo Brozovic che, dopo aver resistito in estate alle tante offerte pervenutegli, adesso chiede garanzie sul piano della continuità di impiego. Il problema è che, dopo il successo nella stracittadina, il tecnico jesino sembra intenzionato a puntare decisamente sul terzetto di centrocampo composto da Felipe Melo in cabina di regia con Kondogbia e Guarin ai suoi lati. Il brasiliano, arrivato l’ultimo giorno di mercato, è un pupillo di Mancini che ne ha caldeggiato a più riprese l’acquisto (e l’ottima prestazione contro il Milan ha convinto anche il più scettico degli interisti); il francese, uno dei meno brillanti finora, è anch’esso uno dei nuovi arrivati ma ha bisogno di tempo per inserirsi e completare l’adattamento al campionato italiano, diverso da quello francese, ha ampi margini di miglioramento senza contare il peso della sua valutazione (35 milioni) che ne impone l’utilizzo. Infine Guarin: il colombiano, stimato dal Mancio, è sempre stato difeso dal tecnico che lo ha fatto diventare un titolare inamovibile fin dal suo ritorno sulla panchina dell’Inter. Da tenere presente come nella stessa posizione occupata dal croato ci sono anche il Pitbull Medel e Gnoukouri, entrambi apprezzati da Mancini, il primo per la sua duttilità, il secondo per la sua tecnica e visione di gioco. Ragioni per cui gli spazi per Brozovic si assottigliano sempre più, perlomeno per ora.

Leggi anche:  Inter-Bologna, probabili formazioni: Lukaku e Sanchez dal 1' insieme

La questione che si impone è la seguente: dove schierare il croato? Come trequartista non ha convinto nelle prime due partite con Atalanta e Carpi, oltretutto in quella posizione Mancini sembra preferirgli Perisic come domenica sera. Il previsto passaggio al 4-3-3 o al 4-2-3-1 sembra quindi preludere all’ipotesi di un utilizzo sulla fascia, ruolo che però non è nelle sue corde. Ecco quindi che l’ipotesi di una probabile cessione a gennaio non è da scartare del tutto, qualora Brozovic non riuscisse a convincere il tecnico nerazzurro in questo lasso di tempo. Nel caso le offerte per il nazionale croato non mancherebbero, soprattutto dall’estero: in estate si vociferava di un interesse da parte del Lione che potrebbe riproporsi. Brozovic, arrivato a gennaio dalla Dinamo Zagabria per un’operazione complessiva di 8 milioni, ha finora totalizzato 18 presenze con la maglia dell’Inter realizzando un gol, all’Empoli nell’ultima giorno del campionato scorso, ed è stato tra i più positivi nella stagione conclusa all’ottavo posto.

  •   
  •  
  •  
  •