Lemina: scopriamo chi è il jolly tuttofare della Juventus

Pubblicato il autore: Redazione Segui

Lemina

Nel penultimo giorno di calciomercato Juve è arrivato alla corte di Allegri Mario Lemina, centrocampista francese originario del Gabon, già compagno di squadra di Paul Pogba nella nazionale di Francia Under 20. Si è parlato poco di questo ragazzo che attualmente è ancora una promessa, ma l’impressione è che Lemina possa ricavarsi un ruolo importante nella Juventus, non limitandosi a fare il comprimario. Ha 22 anni, è alto 1,82 metri e pesa 76 chili. Gioca a centrocampo, ma saltuariamente è stato impiegato anche come centrale difensivo in una difesa a tre. Nel Marsiglia negli ultimi due anni è molto cresciuto, grazie anche alla guida di una allenatore esperto e capace come Bielsa. E’ arrivato alla Juve in prestito per 0,5 milioni, con diritto di riscatto fissato a 9,5 milioni più 1 milione di bonus: un’operazione complessiva, quindi, da 11 milioni di euro.

Leggi anche:  Tabellone Calciomercato Serie A, acquisti e cessioni: Meitè al Milan, Strootman e Onguene al Genoa. Mojica, addio Atalanta

Lemina: mezz’ala o mediano

In un centrocampo a tre come quasi certamente sarà quello di Allegri, Lemina può ricoprire sia il ruolo di mezz’ala sia quello di mediano. Tecnicamente è ancora un po’ acerbo, ma corsa e grinta non gli mancano. E’ veloce ed ha una buona visione di gioco, gli piace recuperare palloni per poi servire gli attaccanti prima possibile. Una soluzione possibile nella Juventus di quest’anno potrebbe essere quella con Marchisio (o Hernanes) regista, protetto ai lati dai due francesi Lemina e Pogba. Auguriamo a Khedira di ritrovare prima possibile la migliore condizione, ma nel frattempo Allegri può dormire sonni tranquilli, perché con Lemina si è messo in rosa un giocatore di indubbie capacità, ancora giovane e quindi con notevoli margini di miglioramento, che già a Marsiglia hanno iniziato a vedersi. Non è un caso se nella lista Champions della Juventus è stato inserito lui e non Padoin: Lemina garantisce maggiore qualità e quantità rispetto all’italiano, che nelle prime due partite di campionato ha mostrato evidenti limiti anche di personalità, altra caratteristica che certo non manca al nuovo acquisto bianconero.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: