Importante accordo di contratto per il Milan

Pubblicato il autore: Luca De Iaco

AC-Milan-Logo

La squadra di Mihajlovic è già con la mente alla sfida di sabato sera contro la Juventus, in quanto è una partita importante per entrambe le sfidanti per poter stazionare il più possibile ai vertici della classifica di Serie A. Come sempre queste tipo di sfide non sono mai facili sia dal lato rossonero che da quello bianconero e la storia di questi due grandi club ce lo insegna, ma ad oggi sembra essere la squadra di Allegri ad essere un gradino superiore a quella di Mihajlovic, non tanto come tecnica di gioco quanto come qualità in mezzo al campo, anche se la classifica ci mostra che il Milan è comunque sopra la Juventus seppur solo di due punti. In più l’allenatore milanista deve anche far conto dell’infortunio di De Jong (lesione del flessore) oltre all’assenza di Bertolacci da un paio di settimane; piove sempre sul bagnato, insomma.

Leggi anche:  Calciomercato Salernitana: doppia scelta in difesa, ecco il favorito per gennaio

Mentre il mr. e la sua squadra sono comunque concentrati per la delicata sfida di sabato sera, la dirigenza milanista pensa già a come poter rinforzare l’organico in vista dell’apertura del calciomercato di riparazione di gennaio. In queste settimane si è parlato tanto di un interessamento del Milan per il talento del Palermo Vazquez con il presidente Zamparini che si è dimostrato favorevole a una sua cessione in cambio però di 30 milioni in contanti; soldi che il Milan non può e non vuole spendere soprattutto dopo la campagna onerosa di quest’estate con investimenti pesanti (Romagnoli, Bertolacci) che tuttavia sono stati criticati da una parte della tifoseria rossonera alla luce delle prestazioni di quest’ultimi.

Tuttavia anche se la società non è disposta a spendere 30 milioni è arrivato comunque un importante accordo di contratto per il Milan proprio con Vazquez sulla base di 2 milioni a stagione (inclusi vari bonus) per quattro anni. Resta da superare l’ostacolo più difficoltoso però, quello rappresentato da Zamparini che, si sa, essendo un dirigente un po’ stravagante potrebbe cambiare idea da un momento all’altro o cedere il giocatore ad un’altra squadra (vedi il caso Pastore che doveva passare all’Inter e poi volò in Francia dal PSG).
Il Milan potrebbe offrire 15 milioni più qualche contropartita tecnica come Honda, giocatore scontento e pronto alla partenza ma forse non troppo gradito dal presidente palermitano, oppure Calabria (però in prestito).

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,