Thohir carico a pallettoni: “Nuovi giocatori a gennaio”. Spunta Candreva con Biglia e Feghouli

Pubblicato il autore: Edoardo Evangelista

Thohir carico a pallettoni Nuovi giocatori a gennaio. Spunta Candreva con Biglia e Feghouli
Thohir carico a pallettoni: “Arriveranno nuovi giocatori a gennaio”. Spunta Candreva con Biglia e Feghouli.
Il presidente dell’Inter Erick Thohir solletica i tifosi nerazzurri a poco più di un mese dall’inizio della finestra invernale dedicata al mercato di riparazione. In realtà l’Inter ha poco da riparare, forte del primo posto in classifica e di una fase difensiva divenuta rapidamente solidissima. Qualcosa in mezzo al campo e sulle fasce, però, si può e si deve fare per puntare dritti ad un traguardo, quello dello Scudetto, che scalda il cuore della piazza e dell’intero ambiente legato ai colori neroazzurri. “Se ci saranno le condizioni arriveranno nuovi giocatori – chiarisce il presidente indonesiano parlando ad alcuni tifosi interisti presenti in Kuwait nella stessa struttura alberghiera che lo ospita. Le dichiarazioni sono state raccolte in Italia dal Guerin Sportivo -. Ho sempre detto che l’Inter, entro tre anni dal mio arrivo, sarebbe dovuta tornare stabilmente in Champions League. Ora c’è la possibilità di farlo vincendo lo Scudetto“, il messaggio forte e chiaro lanciato da Thohir.

Da più parti si sono levate voci che hanno messo in rilievo la mancanza di un gioco spumeggiante da parte dell’Inter. In mezzo al campo manca oggettivamente un uomo di fosforo, che in cabina di regia sia in grado di dettare i tempi in mezzo al campo. Non a caso si parla insistentemente di Andrea Pirlo e Lucas Biglia, le cui situazioni sono però opposte. Oltre ai ben 7 anni di differenza tra i due, Pirlo potrebbe liberarsi per pochi mln qualora facesse pressioni sui New York City, comunque seriamente intenzionati a tenerselo stretto dopo il fallimento dell’ultima Regular Season; il laziale, invece, ha rifiutato la proposta di rinnovo di contratto con adeguamento che Lotito gli ha fatto pervenire, ma per portarlo via da Roma servono almeno 20 mln a fronte di una richiesta che supera i 25 cash. Da non escludere l’inserimento di Ranocchia nella trattativa, dato che ai biancocelesti serve un difensore che sostituisca De Vrij e che sia più affidabile di Mauricio, Hoedt e Gentiletti. I buoni rapporti tra le due società, testimoniati dall’affare Hernanes di due anni fa, sempre nella sessione invernale, potrebbero facilitare il buon esito delle negoziazioni.

Leggi anche:  Amichevole, dove vedere Inter-Salisburgo streaming live e diretta TV: DAZN o Sky?

L’Inter è già una grande squadra ma adesso faremo di tutto per renderla ancora più competitiva – afferma un Thohir carico a pallettoni dal Golfo Persico -. Dicono che non faccia spettacolo? Significa, allora, che ci sono i margini per migliorare“, afferma con lucidità il presidente dell’Inter, consapevole della forza della sua squadra e del potenziale ancora inespresso. Inevitabile una battuta su Pirlo, campione che nonostante i suoi 36 anni suonati continua a scaldare il cuore dei tifosi di grandi squadre. “Pirlo è un grandissimo giocatore. Per sapere se verrà all’Inter dovete chiedere a Mancini e, ovviamente, a Pirlo stesso…”, la chiosa finale che fa sognare il popolo interista.

Intanto oggi la Gazzetta rilancia sul mercato dell’Inter. Ormai noto il nome di Sofiane Feghouli, ala algerina classe ’89 dotata di straordinarie qualità atletiche ed ottima tecnica individuale, condite da un invidiabile feeling con la porta. Tecnica in velocità da schierare eventualmente sulla fascia destra come attaccante esterno opposto a Perisic, per affinare quel 4-3-3 che sembra ormai chiaramente la direzione verso la quale si orienta il lavoro tattico di Mancini. Ma il nome nuovo avanzato dalla rosea è quello di un altro laziale, se possibile ancor più scontento di Biglia, ovvero Antonio Candreva. Esterno d’attacco come Feghouli, è dotato di minor velocità e tecnica ma calcia in modo quasi perfetto i cross e le conclusioni dalla distanza, oltre al fatto che rispetto all’algerino del Valencia non dovrebbe adattarsi ad un calcio che conosce alla perfezione come quello italiano. Si parla in questo caso di una cifra attorno ai 20 mln, dopo che Lotito sembra aver realizzato l’impossibilità di ottenere i 30-35 mln chiesti fino all’estate scorsa. Mentre per Feghouli la Gazza sottolinea l’opportunità di cavalcare i rapporti extra-calcistici tra i due presidenti Erick Thohir e Peter Lim, per Candreva sottolinea la necessità di cedere pedine come Alvarez ed il predetto Ranocchia, chiaramente estranei al progetto dell’Inter per il futuro. Al 2 gennaio mancano poco più di 40 giorni, e con un Thohir così carico a pallettoni l’attesa dei tifosi nerazzurri cresce a dismisura.

  •   
  •  
  •  
  •