Il Bayern blinda i suoi campioni per tornare a vincere in Europa. Chiamato anche Carlo Ancelotti

Pubblicato il autore: giuseppe spampinato

Guardiola

Il Bayern Monaco ha deciso di mettere le cose in chiaro blindando i contratti dei giocatori più rappresentativi della società e annunciando, di qui a poche ore, l’arrivo di Carlo Ancelotti alla guida della squadra bavarese. L’intento sembra essere quello di tornare nel minor tempo possibile sul tetto d’Europa e del mondo, come era successo nel 2013, quando alla guida dei tedeschi che conquistarono il famoso “triplete”, c’era Jupp Heynckes.

Quattro giocatori dai nomi altisonanti hanno firmato un prolungamento di contratto che li terrà ancora a lungo a Monaco. L’attaccante Thomas Mueller ha firmato fino al 2021, giurando fedeltà alla squadra e diventando, con il suo ingaggio record di 13,5 milioni di euro a stagione, il giocatore più pagato della squadra tedesca e, ovviamente, di tutta la Bundesliga. Altri importanti rinnovi per due pilastri della squadra come Jerome Boateng e Javi Martinez, che hanno rinnovato il loro contratto fino all’anno 2021 esattamente come Mueller. Altro prolungamento davvero importante coinvolge il centrocampista Xabi Alonso, il contratto del quale sarebbe scaduto a Giugno 2016, che ha deciso di rinnovare per un’altra stagione e quindi di restare fino al 2017. Per quello che riguarda l’arrivo di Carlo Ancelotti, si dovrà attendere la stagione prossima, quando subentrerà al posto di Pep Guardiola, che già da tempo aveva fatto capire di essere intenzionato a lasciare la squadra bavarese a fine campionato

Carlo Ancelotti, che ha vinto tutto nelle maggiori competizioni europee, non ha mai allenato in Germania e questa potrebbe essere l’occasione per dimostrare, qualora ci fosse ancora qualcuno che ne dubita, la sua straordinaria qualità e capacità di adattare il suo calcio a qualsiasi campionato. Il suo annuncio potrebbe arrivare anche stasera intorno alle 22.

Tornando alla questione dei rinnovi contrattuali, i giocatori interessati hanno preferito non discutere riguardo il cambio di allenatore ormai certo, lasciando trapelare da una parte il rammarico nel dover dire addio ad un allenatore come Guardiola, che ha portato in Germania una nuova filosofia di gioco, dall’altra l’entusiasmo e la felicità legate al possibile arrivo di Ancelotti, un tecnico la cui fama non ha faticato ad arrivare anche in Germania. Esaustive, a questo proposito le dichiarazioni lasciate da Mueller dopo la firma del rinnovo contrattuale: “Sono contento per questo rinnovo, ho la sensazione che in questi anni qui in Germania si giocherà un calcio di grande successo”.

Il gigante tedesco si trova al Bayern Monaco dalla stagione 2008, e con i bavaresi ha collezionato 329 presenze segnando 140 reti.

Pep Guardiola lascerà quindi a fine stagione, indipendentemente dai risultati ottenuti (la squadra è comunque ancora in corsa su tutte le competizioni). Lo spagnolo alla guida del Bayern Monaco ha collezionato, finora, 2 campionati nazionali, un campionato del mondo per club e una coppa di Germania. La decisione di andare via sembra esser stata maturata già da diverso tempo, come dimostrano i numerosi rinnovi di contratto, anche economicamente onerosi, proposti dalla società e da lui rifiutati. Per il futuro del tecnico che ha portato in Germania il “Tiki-Taken”, sembra sempre più certa la pista che porta in premier League al Manchester City.

  •   
  •  
  •  
  •