Inzaghi allenatore Lione, SuperPippo sfida l’ex Gladbach Favre

Pubblicato il autore: Edoardo Evangelista

Inzaghi allenatore Lione
Inzaghi allenatore Lione, ma il favorito è l’ex Gladbach Favre.
Ha dell’incredibile la notizia lanciata stamane da L’Equipe: Filippo Inzaghi sarebbe un serio candidato a sostituire Hubert Fournier come allenatore dell’Olympique Lyonnais. Il quotidiano francese ha chiarito immediatamente come SuperPippo non parta proprio da favorito nella corsa alla panchina della Gerland, che ad oggi vede partire in pole-position l’ex allenatore del Borussia Mönchengladbach Lucien Favre. Il tecnico svizzero è stato l’autentico artefice del capolavoro compiuto dai tedeschi nelle ultime stagioni, l’ultima in particolare coronata dalla qualificazione in Champions League, dove passati i preliminari è stata eliminata nel girone della Juventus dove ha chiuso al quarto posto. Dopo un avvio di stagione disastroso, Favre si è dimesso nel mese di settembre cedendo il posto ad André Schubert, e viene raccontato molto entusiasta della possibilità di ripartire da Lione.

Leggi anche:  Serie A, probabili formazioni Empoli-Milan: la scelta su Giroud, Satriano o Destro?

Inzaghi allenatore Lione: dalla Francia sicuri, Aulas ha contattato anche Lippi.
Senza dubbio si tratta di un allenatore con maggiore esperienza di Inzaghi, che vanta la sola esperienza di un anno, quello scorso, nel Milan a cui aveva regalato tante gioie nella veste di implacabile bomber d’attacco. Favre, invece, ha allenato per quattro anni il Gladbach, facendo crescere gradualmente il gruppo e guidandolo ad una stagione, quella 2014/15, a dir poco straordinaria. Nonostante non sia un tecnico così navigato, però, Inzaghi secondo L’Equipe si starebbe giocando in questi giorni le sue chance, dopo che il club di proprietà del presidente Jean-Michel Aulas aveva sondato un altro italiano, Marcello Lippi, peraltro senza incontrare particolare successo. L’allenatore campione del mondo con l’Italia nel 2006 non sarebbe stato particolarmente solleticato dall’avventura in Francia, in un campionato come la Ligue 1 nel quale la forza economica e tecnica del PSG appare oggi impossibile da contrastare. Senza dubbio più congeniale ai piani delle ghirlande il profilo di Inzaghi, che ha grande voglia di rivalsa dopo il mezzo fallimento sulla panchina dei rossoneri. Anche nei momenti più bui della scorsa stagione, Pippo insisteva con grande fierezza sulla sua intenzione di continuare a fare l’allenatore a prescindere da tutto. In tutta sincerità, il Lione rappresenterebbe anche di più di quello che il 42enne piacentino ha dimostrato di meritare finora. Troppo poco consistente la sua esperienza con la Primavera e la Prima squadra del Milan, e per questo ci associamo a quanto trapela finora da oltralpe, dove Favre viene indicato come il favorito per il post Fournier.

  •   
  •  
  •  
  •