Iturbe Bournemouth: ci siamo, ma inglesi sotto osservazione per il fair-play

Pubblicato il autore: Edoardo Evangelista

Iturbe Bournemouth
Iturbe Bournemouth: battuta a suon di milioni la concorrenza del Watford dei Pozzo.
Juan Manuel Iturbe è davvero vicinissimo a vestire la maglia a strisce rosse e nere del Bournemouth, club neopromosso in Premier League che sta stupendo tutti a suon di risultati sorprendenti, non ultima la vittoria a Stamford Bridge contro il Chelsea seguita immediatamente dal 2-1 interno al Manchester United. Ma non sono stati questi straordinari successi ad orientare la scelta di Iturbe, che ha preferito l’AFC Bournemouth al Watford settimo in classifica ad una sola lunghezza di distanza dalla zona Champions League. Il motivo della decisione di abbracciare la causa del club del Dorset è di natura prettamente economica, visto che l’ingaggio proposto ad Iturbe supera sia quello percepito alla Roma che l’offerta del club inglese di proprietà dei Pozzo. Anche la Roma otterrà di più da un eventuale riscatto, che potrebbe portare i giallorossi a rientrare interamente, e clamorosamente, del fallimentare esborso economico sostenuto fino ad ora.

Leggi anche:  Serie A, dove vedere Inter-Roma: streaming e diretta tv DAZN o SKY?

Iturbe Bournemouth: inglesi oggetto di una multa per palese violazione del fair-play finanziario.
E’ di oggi la notizia che il Bournemouth, per portare alla corte di Eddie Howe il talento ex Porto e Verona, starebbe stressando a tal punto le sue casse da essere finito sotto osservazione della UEFA e della Football Association a causa delle norme vigenti sul fair-play finanziario. Si parla di 24 mln tra prestito e riscatto, una cifra da capogiro che in Italia solo pochi club potrebbero permettersi di affrontare, e non di certo a gennaio. Questo dà la reale misura dell’enorme gap economico esistente tra la serie A e la Premier League, un divario destinato ad ampliarsi ulteriormente per effetto del nuovo straordinario contratto televisivo spuntato dai club inglesi per cedere i diritti alla visione delle proprie partite. Al di là di ciò, il rischio corso dal Bournemouth è reale, non a caso è già arrivata la reprimenda ufficiale della FA sulla base delle indicazioni giunte dalla UEFA. La società inglese, però, si è mostrata pienamente consapevole delle conseguenze di un acquisto così oneroso e si è detta pronta ad assumersi le responsabilità conseguenti ad una tale scelta.

Leggi anche:  Che squadra tifa Giorgia Meloni? Il misterioso cambio della futura Premier

Iturbe Bournemouth, la nota della società: “Consapevoli della pena pecuniaria, dialoghiamo con FA per un accordo”.
Di seguito la nota ufficiale apprasa sul sito web ufficiale della squadra, attraverso la quale l’AFC Bournemouth ha reso noti i risvolti della vicenda: “L’AFC Bournemouth è pienamente consapevole della proposta di una pena pecuniaria da parte della Lega Calcio per via del fair-play finanziario ed attualmente è impegnato in un dialogo costruttivo per trovare un accordo. Il club aggiornerà i tifosi non appena sarà raggiunto un risultato e, al momento, non farà ulteriori commenti in merito“, conclude lo scarno comunicato del club di Jeff Mostyn.

  •   
  •  
  •  
  •