Mercato Conte, tante offerte per il c.t., Uva: “Concorrenza top club, entro maggio si decide”

Pubblicato il autore: Edoardo Evangelista

Mercato Conte
Mercato Conte, verso Francia 2016.
Continua ad impazzare il mercato che ruota attorno all’attuale commissario tecnico della Nazionale italiana Antonio Conte. Anche in questi giorni, dominati dai sorteggi delle nazionali e delle coppe europee di club, non accennano a placarsi le indiscrezioni che lo vedrebbero pronto a tornare ad allenare quotidianamente al termine della rassegna europea di Francia 2016. Seppur a fasi alterne, è emerso sin dai primi giorni il valore aggiunto rappresentato dal tecnico leccese rispetto alla passata stagione. Nonostante un’Italia sempre più scarna di talenti, Conte è riuscito a valorizzare un gruppo di uomini, come ama ricordare spesso, ai quali ha fatto rapidamente interiorizzare i suoi dettami tecnico-tattici rendendoli una squadra in grado di dire la sua agli Europei.

Mercato Conte, Uva: ” Si decide entro maggio, c’è sintonia tra FIGC e c.t.”.
Anche per questo la FIGC a più riprese ha sottolineato la propria ferma intenzione di trattenere a tutti i costi il c.t. anche oltre la manifestazione continentale che si aprirà per l’Italia con la sfida al Belgio, prima di affrontare nell’ordine Svezia e Irlanda. Ad alimentare l’interesse della Federazione ci ha pensato il direttore generale della FIGC Michele Uva, che intervenuto su Radio Rai nella trasmissione GR Parlamento si è espresso in questi termini sulle reali prospettive di una permanenza di Conte dopo l’estate francese, che ci auguriamo sia il più lunga possibile ovviamente: “Senza dubbio noi vogliamo tenere Conte e tra il ct e la Federazione c’è una forte sintonia ma c’è anche la concorrenza importante dei top club europei. Qualsiasi decisione sarà presa di concerto. Non c’è una deadline prestabilita ma di certo non si può arrivare a giugno senza una decisione, si saprà qualcosa verso aprile-maggio“, preannuncia Uva, consapevole dell’inopportunità di lasciare indefinita una situazione così delicata a soltanto poche settimane dall’inizio degli Europei.

Mercato Conte, in Italia Roma e Milan su tutte, sullo sfondo il difficile ritorno alla Juve.
Le squadre interessate sono moltissime ed il novero si arricchisce di giorno in giorno. In Italia molto si è detto già sulla Roma e sul Milan, che è appurato abbiano già avvicinato a più riprese l’ex allenatore della Juventus nell’ultimo anno ed i rossoneri addirittura già nel momento dell’addio di Conte ai bianconeri. Con Mancini saldamente alla guida dell’Inter capolista, Fiorentina e Napoli dirette magistralmente dalla sorprendente gestione tecnica di Paulo Sousa e Sarri, resta solo la Juventus come possibile candidata. Il dopo Allegri a partire dal termine della stagione non è più scontato come qualche settimana fa, quando Marotta aveva lanciato una specie di ultimatum davvero poco elegante nei confronti di un tecnico che lui stesso ha messo in difficoltà e parzialmente ignorato in estate. Ma si sa, i risultati riuscirebbero a ricomporre anche le fratture interne apparentemente più insanabili, per cui nulla è deciso e molto dipenderà da come chiuderà la stagione la Juve. Molti addetti ai lavori sono comunque pronti a scommettere su una proposta da corso Galileo Ferraris al termine del campionato.

Mercato Conte, all’estero United e Chelsea favorite sul PSG.
All’estero appare difficile immaginare che Conte venga seriamente preso in considerazione da club come il Bayern Monaco ed il Manchester City, che cercano uomini dal pedigree europeo come Ancelotti e Guardiola (che dalla Baviera potrebbe andare in Inghilterra con Carletto ai Citizens). Più probabile la candidatura per un club come il Manchester United, che come la Juve di qualche anno fa vuole rilanciarsi a livello nazionale ancor prima che internazionale. I Red Devils lo cercarono anche nel momento di scegliere per il dopo Moyes, ma la crisi vissuta attualmente dalla scelta di allora, Luis Van Gaal, sembra riproporre prepotentemente il nome di Conte per la panchina dell’Old Trafford. Da non scartare l’ipotesi Chelsea, verosimilmente già alla ricerca di un successore di Mourinho, protagonista finora di una stagione quasi impossibile da raddrizzare. Infine il PSG, in Francia, che quasi sicuramente saluterà Laurent Blanc al termine della stagione a meno che il francese non centri la Champions League, e comunque non sarebbe detto neanche in quel caso che non parta comunque. Difficile dire oggi quale sarà la sua destinazione, anche se due cose sembrano già certe: che Conte non rimarrà alla guida della Nazionale, del resto la quotidianità del campo è vita per lui; e che i movimenti di mercato che lo riguardano sono iniziati già da un pezzo, e chissà che una soluzione non sia già stata abbozzata dall’entourage del tecnico salentino.

  •   
  •  
  •  
  •