Mercato Napoli: Sarri vuole Rugani ma la Juve chiede 30 mln, alternativa Tonelli

Pubblicato il autore: Edoardo Evangelista

Mercato Napoli
Mercato Napoli: rifiutati 20 mln per Rugani, si cerca un’alternativa alla coppia di centrali titolare.
Non molla il Napoli di Aurelio De Laurentiis, Maurizio Sarri insiste sul suo pupillo Daniele Rugani ed il presidente del club partenopeo sta facendo di tutto per accontentarlo. Molto probabilmente non basterà, però, perché la Juventus ha una paura matta che il giocatore, tenuto a scaldare la panchina fino ad ora a Torino, esploda alla corte dei rivali e li aiuti a rivaleggiare per lo Scudetto, andando a completare un reparto dove il solo Chiriches non offre abbastanza garanzie dietro alla coppia titolare Albiol-Koulibaly. La dirigenza bianconera, secondo quanto riportato tra gli altri dal quotidiano Tuttosport, ha rifiutato diverse offerte per il difensore classe ’94. Non solo dal Napoli, ma si è fatto di nuovo sotto anche l’Arsenal di Arsene Wenger, autentico estimatore del centrale toscano. Entrambe le squadre non hanno superato i 20 mln di euro, cifra che già la scorsa estate era stata giudicata troppo bassa dai vertici dirigenziali di Corso Galileo Ferraris.

Leggi anche:  Il Chelsea piomba su Dumfries, pronta la maxi offerta. L'Inter cerca già il sostituto

Mercato Napoli: la Juve chiede almeno 30 mln e ha respinto anche l’Arsenal.
Quello del difensore centrale è un ruolo quanto mai delicato, e che nel calcio moderno richiede un lavoro tecnico ulteriore che si va ad aggiungere alle qualità fisiche e alla capacità di difendere in 1vs1. Non è un caso che il numero di talenti sfornati a livello internazionale per il ruolo si sia ridotto drasticamente negli ultimi anni. I difensori giovani, completi e di grande prospettiva come Rugani si contano sulle dita di una mano, e chi ce li ha se li tiene stretti. Ne è consapevole la Juventus, che non è disposta ad ascoltare offerte al di sotto dei 30 mln. E parliamo di una base d’asta, alla quale verosimilmente dovrebbero essere aggiunti corposi bonus per convincere Marotta e Paratici a lasciarlo partire. Del resto se il Manchester City spende 100 mln per Otamendi e Mangala (finora abbastanza deludenti in Inghilterra, soprattutto il secondo), il PSG 33 per Marquinhos e la bellezza di 62,5 per David Luiz, ed il Milan 30 per Romagnoli, non si vede perché una squadra con la solidità economica e le ambizioni sportive della Juventus debba privarsi di uno come Rugani per 20 mln, come un Vermaelen (giocatore sulla cui integrità fisica potremmo discutere fino a stanotte) qualsiasi. Per di più cedendolo ad una squadra rivale come quella azzurra.

Leggi anche:  Il calendario del Lecce fino al Mondiale: una serie di partite non semplici per la formazione di Baroni

Mercato Napoli: l’alternativa più calda e credibile è Tonelli, ma a gennaio servirà una cifra irrinunciabile.
Il Napoli è società smaliziata e capita l’antifona non è certo rimasta a guardare in questi mesi. Le alternative vagliate sono diverse, ma Sarri vuole assolutamente un giocatore già pronto per il nostro campionato, un profilo che lo convinca a pieno e che non necessiti di un lungo periodo di adattamento alle complesse richieste del calcio che predica l’ex tecnico dell’Empoli. Anche per questo l’occhio di Sarri è tornato a posarsi su uno dei pilastri del miracolo empolese che ha saputo costruire negli ultimi anni, quel Lorenzo Tonelli che fino a pochi giorni fa sembrava destinato a vestire la maglia della Fiorentina al termine della stagione. Il capitano dell’Empoli si sta confermando su alti livelli anche con Giampaolo, e ha già fatto trapelare attraverso il suo agente di gradire molto un ricongiungimento col suo mentore. I margini di trattativa sono molto più agevoli rispetto al profilo di Rugani, anche se il club di Fabrizio Corsi non è disposto a fare regali, come ha già chiarito a più riprese parlando anche di Riccardo Saponara, altro elemento graditissimo al Napoli. Portarlo via a gennaio non sarebbe una missione impossibile, ma ottenere uno sconto dalla base di partenza dei 10 mln appare sinceramente un’utopia. Starà a De Laurentiis provare a regalare i rinforzi giusti a Sarri, magari partendo proprio dalle fondamenta della squadra, ovvero la difesa. Uno sforzo economico, però, sembra davvero necessario.

  •   
  •  
  •  
  •