Udinese: le mosse di mercato per il 2016.

Pubblicato il autore: giuseppe spampinato Segui

Udinese Verona 2016, ultimi aggiornamenti sulle formazioniL’Udinese chiude il 2015 con il sorriso. Non si può certo dire che questa sia stata l’annata migliore per i bianconeri, la vittoria nell’ultimo incontro in trasferta contro il Torino, però, ha quantomeno rasserenato gli animi. Ora la squadra guidata da Colantuono, che pure era stato messo in discussione per l’andamento altalenante dei suoi risultati, si appresta ad affrontare il nuovo anno carica di fiducia e aspettative. Sono molti i motivi per i quali l’Udinese può sperare di guadagnare diversi punti in classifica e risollevare l’andamento, cercando di ottenere anche un insperato ingresso in Europa. Alcune mosse di mercato, insieme al rientro dei suoi uomini più forti, la lancerebbero verso un’annata migliore.

Di Natale non si ritira: Totò non ha intenzione di fermarsi a Gennaio, questo sembrerebbe essere l’intenzione dell’attaccante a detta di tutti, a cominciare dal presidente Pozzo che domenica, dopo la gara vinta contro il Torino, avrebbe rassicurato i tifosi dicendo che Di Natale onorerà il contratto da lui stipulato, che lo lega ai friulani fino al giugno del 2016. L’entrourage del giocatore ha oggi confermato questa notizia, affermando che sono molte le ragioni di questa decisione, prima fra tutte la voglia dell’attaccante di andare ancora a caccia di record. Benché non possa sperare di raggiungere, nella speciale classifica dei marcatori più prolifici della serie A, le prime posizioni occupate da Piola (274 gol) e Totti (244), si trova a sole 8 lunghezze da marcatori del calibro di Meazza e Altafini (216). Con i suoi 208 gol Di Natale si è comunque lasciato alle spalle alcuni dei più grandi campioni di tutti i tempi, tra cui Baggio e Del Piero. Avrà a disposizione altre 21 partite per lasciare il segno nella storia della serie A.

Rientrano gli infortunati: uno dei motivi del calo di rendimento della squadra nelle prime giornate di Campionato è stato proprio il grande numero di infortunati, come afferma Cristiano Giaretta, Ds del club, ai microfoni di Tmw. “Un inizio molto difficile per noi perché, nonostante la vittoria alla prima giornata contro la Juve, siamo andati incontro a un periodo nero dettato da infortuni lunghi, che ci ha lasciato senza 4 giocatori importanti come Guilherme, Zapata, Kone ed Hertaux”. Nell’ultima giornta di campionato è mancata anche una figura importante come Thereau, l’attaccante che proprio contro la Juve allo Stadium, aveva regalato la vittoria ai friulani. Resta da credere che, con il rientro di questi nomi importanti, l’Udinese possa sperare di raggiungere posizioni più alte in classifica, e di mettere a segno qualche gol in più.

I colpi di mercato: sono molti i movimenti di mercato in programma da parte della famiglia Pozzo. L’Udinese deve rafforzarsi in molti reparti per affrontare il 2016 nel migliore dei modi. Nelle ultime ore sembra essere definitivamente sfumata la trattativa che portava a Gillet. L’Anderlecht, infatti, non sembra intenzionata ad aspettare fino a giugno ma vuole monetizzare subito, ecco perché ha deciso di cedere il giocatore al Nantes. Un’altra pista porterebbe a un interesse per Behrami, in forza al Watford o ancora, sempre per rafforzare il centrocampo, si vocifera di nomi quali Kone, Marquinho o Fernandes. Una pista anche essa probabile porterebbe a Padoin, friulano di origini e poco utilizzato con la Juve. L’udinese si muove però anche nel mercato in uscita e sembra intenzionata a privarsi dei giocatori ormai ai margini della società, uno su tutti Domizzi, che potrebbe approdare a Pescara, visti gli ottimi rapporti con Oddo.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: