Barcelona FC, 76 tesserati in un giorno

Pubblicato il autore: Fausto Leone

Barcelona FC, presentazione Arda Turan e Alexei Vidal
Da Arda Turan giù giù fino a Albert Vicens Gasol, sette anni e il sogno un giorno di giocare al Camp Nou: in poche ore il Barcelona FC ha depositato i cartellini di ben 76 calciatori!

Nell’aprile 2014 la FIFA aveva sanzionato duramente la squadra catalana, rea di aver violato l’articolo 19 dello Statuto sul trasferimento dei calciatori, secondo cui i trasferimenti internazionali dei calciatori sono consentiti solo se il calciatore ha superato il 16° anno di età per i giocatori europei e il 18° anno di età per quelli extracomunitari. Per questo motivo, i blaugrana non avevano potuto tesserare calciatori nelle due sessioni di mercato del 2015, un limite che non ha comunque impedito al Barça di conquistare Liga, Champions League, Mondiale per Club, Coppa del Re e Supercoppa europea nel periodo di divieto, mancando l’en-plein solo a causa della sconfitta nella Supercoppa di Spagna contro i baschi dell’Athletic Bilbao.

Leggi anche:  Skriniar sempre più lontano da Milano: lo scenario

Il quotidiano catalano El Mundo Deportivo ha raccolto i nomi dei 76 nuovi giocatori del Barcelona FC, segnalando la formazione a cui saranno aggregati: Luis Enrique potrà finalmente contare sul turco Arda Turan, ex Atletico Madrid, e sul centrocampista spagnolo Alexei Vidal, acquistato in estate dal Siviglia. Col Barcelona B potranno invece scendere in campo il portiere Jokin Ezkieta, (Osasuna), Moi Delgado (Siviglia B), Xemi (Cornellà), Dani Romera (Almeria) e il brasiliano Robert Gonçalves, ex della Fluminense. All’appello manca Sergi Guardiola, attaccante ex Alcoron che è stato blaugrana solo per poche ore: poche ore dopo la firma il Barça lo ha scaricato per alcuni vecchi tweet che inneggiavano a Madrid, e contro la Catalogna.

La cantera blaugrana è famosa per aver cresciuto alcuni dei più grandi campioni degli ultimi due decenni del calcio europeo, da Pep Guardiola a Xavi e Andres Iniesta fino a Lionel Messi: nel novembre 2012, a Levante il Barça del compianto Tito Vilanova schierò per mezzora di gioco undici calciatori cresciuti nella Masia, vincendo peraltro la partita per 0-4.

Leggi anche:  Il Chelsea piomba su Dumfries, pronta la maxi offerta. L'Inter cerca già il sostituto

La gran parte dei nuovi arrivati sono però bambini della categoria Benjamin, l’equivalente spagnolo dei Pulcini: ben 29, tanto che nelle prossime settimane il Barça iscriverà ben due nuove formazioni ai campionati di categoria, i Benjamin D e i Benjamin E, recuperando durante la settimana le partite di torneo che non hanno giocato fra settembre e dicembre 2015. Fra questi anche Daniel Guðjohnsen, figlio dell’islandese Eiður che vesti la maglia blaugrana fra il 2006 e il 2009, vincendo fra l’altro una Champions League e una Liga.

Barcelona FC see_seung_woo
Ma non è finita qui. Fra due giorni infatti il Barcelona FC depositerà il contratto numero 77, quello di Seungwoo Lee: il sudcoreano, che fu uno degli ingaggi irregolari sanzionati dalla FIFA, compirà diciotto anni il giorno dell’Epifania, e solo allora potrà essere tesserato. Un’attesa che premia il giocatore sudcoreano: degli altri otto calciatori che con lui furono ingaggiati irregolarmente nel gennaio 2013, dando il via all’inchiesta della FIFA, solo il francese Theo Chendri e il sudcoreano Paik y Lee sono riusciti a ottenere un contratto con il Barcelona FC: il primo nel 2014, quando compì 16 anni, mentre Paik y Lee parte dei 76 giocatori che da oggi vestono ufficialmente la maglia blaugrana.

  •   
  •  
  •  
  •