Calciomercato Juventus: tutto fermo?

Pubblicato il autore: giuseppe spampinato Segui

Foto Daniele Badolato / LaPresse 23 08 2014 Reggio Emilia ( ITA ) Sport Calcio Trofeo TIM 2014 Nella foto: Giuseppe Marotta , Massimiliano Allegri Photo Daniele Badolato / LaPresse 23 08 2014 Reggio Emilia ( ITA ) Sport Calcio TIM trophy 2014 In the picture : Giuseppe Marotta , Massimiliano Allegri
Che la Juventus, e in particolare la sua dirigenza nella figura di Marotta, la veda lunga sul mercato non è ormai un segreto. Tutti i tifosi bianconeri ricorderanno la paura legata all’inizio di stagione, quando le cessioni di Tevez, Pirlo e Vidal (la spina dorsale della squadra) non trovarono un rimpiazzo immediato e gli innesti di Dybala e Mandzukic non sembravano aver sostituito completamente gli addii di lusso.

Ora la Juventus sembra aver trovato la giusta quadratura e, in particolare il neo arrivo attaccante argentino ex Palermo, è diventato un titolare inamovibile nell’attacco della squadra guidata da Allegri. La stessa fame e voglia di lottare dei giocatori in campo, che li ha portati a non adagiarsi e a non esser sazi di vittorie anche dopo la straordinaria stagione passata, sembra abitare anche in seno alla dirigenza e le mosse di mercato, poche ma mirate e mai sbagliate, ne sono un esempio.

Il mercato invernale ha avuto un solo nome, che è stato il protagonista di tutte le notizie e le indiscrezioni legate ad esso, parliamo ovviamente di Paul Pogba. Accostato più e più volte a Barcelona e Real Madrid, insieme a cifre astronomiche per tutti meno che per i due club spagnoli e qualche altro magnate del petrolio, il francese sembra intenzionato a restare a Torino. Anche il recente blocco del mercato estivo per il Real, che sembrava in un primo momento essere il motivo per un’accelerata da parte dei “Galacticos” nella corsa al giocatore della Juventus, non ha avuto, almeno fino a oggi, esiti positivi.

Ma nonostante con Pogba e, recentemente anche con Caceres, la Juve abbia fatto capire di non volersi privare dei suoi campioni, la situazione sembra trascinarsi anche sul fronte dei neo acquisti. Nessun nuovo arrivo alla corte di Allegri fino a questo momento e nessuno in programma fino alla chiusura ormai prossima del calciomercato invernale.

Difficile vedere mosse importanti da qui al 31 gennaio. Ma a questo la Juventus ci ha abituato, la politica societaria sembra essere chiara e precisa e fino a questo momento non si può certo dire che i risultati non le abbiano dato ragione. Marotta predilige acquisti estivi, che possano permettere ai diretti interessati e all’allenatore un lavoro di ambientamento e familiarità con gli schemi di gioco lento ma sicuro.

Per trovare un acquisto fatto nel mese di Gennaio da parte dei bianconeri dobbiamo tornare indietro alla stagione 2013/2014 quando la squadra, guidata ancora da Conte, perfezionò gli acquisti di Osvaldo e Fernando Llorente, (l’acquisto di Sturaro, arrivavo alla corte di Allegri nell’inverno della scorsa stagione, era stato infatti effettuato durante la sessione estiva dello stesso anno ma il giocatore era potuto approdare a Torino solo a Febbraio). I due attaccanti, a dire il vero, poco contribuirono alla vittoria del terzo scudetto consecutivo da parte dell’allenatore ora CT della Nazionale e forse anche per questo motivo la Juventus sembra orientata a muovere i giocatori, sia in entrata che in uscita, durante la sessione estiva.

Nonostante ciò alcuni acquisti effettuati durante la scorsa finestra di mercato hanno fatto storcere il naso ai tifosi bianconeri, parliamo di Lemina, sparito dai radar, e di Hernanes, scommessa ormai persa da parte di Marotta.

La Juventus ha comunque dimostrato di sapersi muovere in particolare sul fronte cessioni e di riuscire al monetizzare al massimo i giocatori che decide di lasciar partire, è il caso delle cessioni di Giaccherini, Marrone e Coman, plusvalenze che hanno permesso alla Juventus di mantenere un capitale solido e non è da escludersi, dunque, una mossa in questo senso, magari con le cessione proprio di Hernanes e la preparazione di altri colpi importanti nella finestra di Giugno/Luglio.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: