Calciomercato Roma, 24 ore al termine: chi è arrivato e chi è partito

Pubblicato il autore: Saverio Felici Segui

calciomercato roma
Notizia arrivata praticamente in contemporanea al termine delle partite pomeridiane (tanto da cogliere impreparato Gasperini, che ha ricevuto l’informazione da Sky in diretta tv): c’è anche Diego Perotti tra le operazioni in arrivo concluse nel calciomercato Roma di gennaio, ormai agli sgoccioli e alle operazioni finali. Domani sera alle 23:00 (dunque a poco più di 24 ore dalla pubblicazione di questo articolo) si chiuderanno le trattative in corso, e ogni movimento di rose e cartellini sarà rimandato a fine campionato. Anche e soprattutto per questo Walter Sabatini ha finalmente dato l’affondo tanto a lungo rimandato, e proprio nel corso delle partite pomeridiane ha depositato le carte decisive per il trasferimento di Diego Perotti.

L’argentino sarà a Roma domani per le visite mediche. Le cifre, rese note in questi minuti, sono due milioni più otto di bonus in base a un numero minimo di presenze, per un totale di 10 milioni. Che ruolo avrà Diego Perotti, e qual’è la strategia che ne ha fatto il colpo principale del calciomercato Roma di questi mesi, atteso, rimandato, e infine concluso al fotofinish? Specie dopo l’arrivo di El Shaarawy, il nome di Perotti è stato accolto da una certa diffidenza dall’ambiente romanista. Il giocatore, un centrocampsita-attaccante esterno, andrà a coprire come riserva un ruolo che vede già impiegati Salah, Florenzi, Iago Falque e, appunto, il neo arrivato El Shaarawy. Nel frattempo, e un giorno dalla chiusura del mercato, la rosa a disposizione di Spalletti è ancora incompleta, soprattutto nel reparto difensivo. Ricapitoliamo allora le trattative, in entrata e in uscita, concluse finora.

A conti fatti finora, gli unici acquisti normalmente schierabili in campo sono, oltre all’argentino, l’ex Milan (arrivato in prestito) e Zukanovic (idem). Entrambi hanno già giocato da titolari alla loro prima partita, e con ogni probabilità lo saranno anche martedì a Reggio Emilia. Se El Shaarawy andrà a rinforzare un reparto, quello degli esterni, addirittura in sovrabbondanza, il terzino Zukanovic fungerà da riserva per Lucas Digne, finora utilizzato in praticamente ogni match della stagione, e infine infortunatosi proprio in settimana. L’arrivo del bosniaco in questo senso è stato provvidenziale: il francese non tornerà prima di due settimane, e all’ex Samp saranno richiesti gli straordinari.

In ambito cessioni, le operazioni più importanti: dopo un anno e mezzo e tante delusioni a Roma, Manuel Iturbe ha finalmente lasciato la capitale, destinazione Bournemouth. La partenza è per ora in prestito, ma è chiaro che l’argentino non rientra più nei piani tecnici della squadra. Più clamorosa è stata la partenza di Gervinho: il migliore della Roma nella prima parte di stagione, non ha retto (si dice) le partenza di Rudi Garcia, e all’arrivo dell’offerta cinese dell’Hebei non ha avuto dubbi. Walter Sabatini ha accolto senza remore la plusvalenza presentatasi, e l’ivoriano è partito per 18 milioni di euro. In tutto questo, nell’indifferenza generale, anche Ashley Cole ha concluso la sua sfortunatissima esperienza a Roma. Svincolatosi, ha lasciato la Serie A per unirsi ai Los Angeles Galaxy.

Più complicato il traffico di prestiti legato ai giovani della primavera giallorossa. Il talentino Gerson arriverà in estate, fino ad allora resterà al Fluminense. Daniele Verde è passato dal Frosinone al Pescara rivelazione della B di quest’anno. Gli altri giovani Pettianri, Piscitella e Calabresi andranno a farsi le ossa rispettivamente a Como, Bassano e Brescia.

E ora? 24 ore al termine e il calciomercato Roma non può certo dirsi concluso. Per prima cosa, si cercherà di chiudere per Doumbia al Newcastle. Poi, contro il Sassuolo mancherà tre quarti della difesa (Manolas per squalifica, Digne e Torosidis per infortunio, Castan per note difficoltà). Al centro delle trattative in entrata restano dunque i centrali Tasci e Neto, oltre ai terzini Adriano e Santon. Acquisti importanti come Acerbi e Caceres saranno rimandati a fine stagione: la priorità questo mese è andata a Perotti, e ogni acquisto nei reparti difensivi sarà per forza di cose di transizione.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: