Calciomercato, Roma: arriva El Shaarawy. Ecco tutti i numeri del faraone

Pubblicato il autore: alessandro oricchio Segui

213918854-8c441db8-1a94-407d-af52-f1954f36fca9

A pochi giorni dalla chiusura del calciomercato la Roma mette a segno il primo colpo in entrata: Stephan El Shaarawy, infatti, è un nuovo giocatore della società giallorossa. L’ex attaccante del Milan e del Monaco è sbarcato nella Capitale nella serata di ieri con un volo proveniente dalla Francia, e già quest’oggi si metterà a disposizione del mister Luciano Spalletti dopo aver effettuato le visite mediche di rito. Dopo la partenza dell’attaccante argentino Juan Manuel Iturbe, passato in prestito al Bournemouth in Premier League, e la quasi certa cessione dell’ivoriano Gervinho, Stephan El Shaarawy è il primo giocatore scelto da Sabatini per puntellare l’attacco giallorosso che, nelle ultime partite, sembra aver perso lo smalto dei tempi migliori.

Stephan El Shaarawy è stato scelto dal direttore Walter Sabatini, convinto che il giovane attaccante possa far vedere tutte le sue qualità nella Capitale. Ma chi è Stephan El Shaarawy?
Stephan El Shaarawy nasce a Savona il 27 ottobre del 1992 da padre egiziano e madre svizzera. Proprio le origini paterne fanno sì che prenda il soprannome “il faraone”. Inizia a muovere i suoi primi passi nel mondo del calcio nelle fila del Legino, prima di approdare al Genoa, dove farà tutta la trafila nel settore giovanile. Ed è proprio nella squadra primavera dei grifoni che El Shaarawy inizia a far vedere di avere la stoffa del grande giocatore: nella stagione 2008-2009, infatti, l’attaccante è uno dei protagonisti della vittoria della Coppa Italia primavera e della Supercoppa primavera, tanto da guadagnarsi le prime convocazioni in prima squadra, allenata da Gasperini. Nello stesso anno esordisce in serie A, in occasione della partita vinta dal Genoa per 1-0 sul campo del Chievo Verona.

Leggi anche:  Roma in Conference League, Mou: "Voglio vincere la Coppa!"

Nella stagione 2010-11 passa in prestito al Padova, che milita nella Serie B, e con la squadra veneta totalizza 30 presenze andando a segno ben 9 volte: numeri importanti per un 18enne, e infatti è il Milan di Galliani a mettere gli occhi sul talentino savonese. Pertanto, nella stagione 2011-2012, passa in comproprietà proprio alla squadra rossonera, che sborsa 7 milioni più il cartellino di Alexander Merkel per assicurarsi le prestazioni del faraone.

Nonostante la giovane età Stephan El Shaarawy scende in campo con grande regolarità nella prima stagione con la maglia del Milan: sono 28 le presenze in campo, condite da 4 reti. Ma è nella stagione successiva che il faraone esplode definitivamente: nel 2012-2013, infatti, l’attaccante diventa il punto di riferimento della squadra allenata da Massimiliano Allegri, ed è uno dei principali artefici del terzo posto conquistato in Serie A dal Milan. Stephan El Shaarawy chiude l’anno con numeri di tutto rispetto: 16 gol in 37 presenze in Serie A, miglior marcatore dei rossoneri con un totale di 19 reti in 46 presenze (1 gol in Coppa Italia, 2 gol in Champions League).

Leggi anche:  Roma in Conference League, Mou: "Voglio vincere la Coppa!"

Nella stagione successiva, 2013-2014, Stephan El Shaarawy deve fare i conti prima con un infortunio muscolare e poi con una frattura al piede sinistro che lo tengono praticamente lontano dal rettangolo verde per quasi l’intera stagione. L’attaccante torna in campo nella stagione 2014-2015, ma sarà ancora una volta fermato dal solito problema al piede, che ne limita l’impiego. Nell’estate 2015, pertanto, dopo due stagioni piuttosto tribolate, il Milan decide di cederlo in prestito al Monaco: El Shaarawy lascia i rossoneri dopo aver giocato 103 partite segnando 27 gol.

L’avventura in Francia, tuttavia, non è stata fortunata per il faraone: nelle 24 partite giocate, infatti, El Shaarawy è andato a segno solo tre volte e, poiché alla 25esima presenza ufficiale il Monaco sarebbe stato costretto a riscattarlo a fronte di un pagamento di 13 milioni di euro, l’attaccante è stato accantonato dal mister Jardim.
Ora per Stephan El Shaarawy inizia una nuova avventura agli ordini di Luciano Spalletti: con i giallorossi il faraone avrà a disposizione mezzo campionato per dimostrare tutto il suo valore e convincere Walter Sabatini a riscattare il suo cartellino.

  •   
  •  
  •  
  •