Calciomercato, Roma: il curioso caso di Doumbia, l’attaccante segna ma nessuno lo vuole.

Pubblicato il autore: alessandro oricchio Segui

seydou-doumbia-roma

Seydou Doumbia è ormai diventato un vero e proprio caso da risolvere per il direttore sportivo Walter Sabatini. L’attaccante ivoriano, tornato a Roma dopo il prestito di sei mesi al Cska di Mosca, è in attesa di trovare una squadra che soddisfi le sue richieste, ma finora tutte le trattative intavolate dal direttore sportivo giallorosso non sono andate a buon fine. L’ultima squadra ad aver mostrato interesse per il centravanti ivoriano era stata il Fenerbahce, ma sembra che proprio all’ultimo la trattativa sia saltata per la volontà del giocatore. Seydou Doumbia, infatti, pare stia aspettando una chiamata dalla Premier League, con il Leicester allenato da Claudio Ranieri, il Watford e lo Swansea che hanno dimostrato un timido interesse senza però intavolare alcuna trattativa ufficiale con la società capitolina.

E se Seydou Doumbia rimanesse a Roma? Impossibile. Nella conferenza stampa di presentazione di Roma-Frosinone tenutasi questo pomeriggio a Trigoria è stato lo stesso tecnico Luciano Spalletti a chiudere le porte al centravanti della nazionale ivoriana. “Doumbia è un giocatore che in Russia mi ha creato anche dei problemi: fa veloce, fa gol in area. Ha qualche problema a giocare con la squadra, sotto l’aspetto e mi è parso che il suo discorso fosse stato affrontato e andarlo ritirare fuori sarebbe andare a fare casino, nel momento in cui dobbiamo trovare la giusta traccia tutti. In questo caso qui è meglio non farlo. Noi il centravanti ce l’abbiamo ed è Dzeko: è un giocatore che ha delle qualità e per sbloccarsi gli serve prendere un paio di movimenti giusti e avere fiducia in lui, giocare palla addosso a lui. Ha delle qualità e bisogna dargli un po’ di fiducia”. Parole che escludono pertanto l’ipotetico ritorno della punta a Trigoria che, a quanto dichiarato dal tecnico toscano, troverebbe poco spazio in avanti.

Leggi anche:  Arriva la bomba: "Cavani è infelice". Ecco le tre squadre su di lui

Eppure la storia di Doumbia è piuttosto curiosa: quando Walter Sabatini lo ha portato a Roma il centravanti poteva vantare un ruolino di marcia di tutto rispetto. Nelle cinque stagioni disputate con la maglia del Cska di Mosca, infatti, Seydou Doumbia è sceso in campo 96 volte nella Premier League russa segnando la bellezza di 61 gol. Ma ancora più sorprendente il tabellino delle partite disputate nelle coppe europee: in otto partite giocate in Europa League l’attaccante ivoriano è andato a segno sette volte, mentre sono 16 le marcature in Champions League in 20 apparizioni con la maglia del Cska di Mosca dal 2010 al 2016 (prestito semestrale dalla Roma compreso). Numeri importanti per un attaccante che, arrivato a Roma a fronte di un investimento di 14,4 milioni di euro, non ha affatto impressionato né l’ex tecnico dei giallorossi Rudi Garcia, tanto meno l’attuale allenatore Luciano Spalletti: nelle 14 apparizioni con la casacca della Roma Seydou Doumbia è riuscito a mettere insieme il magro bottino di due reti.

Leggi anche:  Arriva la bomba: "Cavani è infelice". Ecco le tre squadre su di lui

Oltretutto, al momento dell’arrivo a Trigoria, Seydou Doumbia ha firmato un contratto pesantissimo con la Roma: l’attaccante africano, infatti, ha il contratto in scadenza nel 2019 e, soprattutto, prende quasi 3 milioni di euro a stagione. Ma le curiosità del caso Doumbia non finiscono qui: l’attaccante ivoriano vanta un curriculum stagionale decisamente superiore a quello del suo compagno di reparto Edin Dzeko. Il centravanti bosniaco, infatti, ha segnato finora cinque gol con la maglia della Roma, mentre Doumbia può vantare 11 reti nelle 21 presenze con la maglia dei russi del Cska di Mosca. Ma la Roma, in questo momento, sta cercando a tutti i costi di trovare una sistemazione per un attaccante che, altrimenti, rimarrebbe fuori squadra fino alla fine della stagione.

  •   
  •  
  •  
  •