Cessioni Milan, molte valigie pronte. Arriva un tesoretto da reinvestire?

Pubblicato il autore: Gianluca Cedolin Segui

Cessioni Milan
Cessioni Milan, il tesoretto
– Il pesante e inaspettato KO casalingo di ieri contro il Bologna sembra destinato a lasciare strascichi in casa rossonera, soprattutto in sede di mercato. Se la posizione di Mihajlovic è sempre più in bilico, anche diversi giocatori sono vicini alla cessione, alcuni per lo scarso impiego, altri per lo scarso rendimento. Se andranno a buon fine, le vendite consentiranno alla dirigenza di accumulare un tesoretto da investire immediatamente sin da gennaio in quei rinforzi a questo punto fondamentali per continuare a sperare almeno nell’Europa League (in primis un centrocampista in grado di migliorare il gioco del Milan).
Cessioni Milan, Cerci verso l’addio – L’edizione odierna di SportMediaset, in onda su Italia 1, riportava una lista dei possibili partenti e delle eventuali destinazioni, con i relativi costi. Dopo aver ceduto Suso al Genoa (in prestito), anche il contestatissimo Alessio Cerci potrebbe fare lo stesso percorso. Il rapporto dell’ex Torino con i tifosi è al minimo storico (tra ieri e oggi ha dovuto chiudere i propri account sui social network) e l’esterno mancino non ha mai convinto nessuno in maglia rossonera, a cominciare dal presidente. In ogni caso il Milan non ricaverà soldi da un suo passaggio al Genoa, in quanto il cartellino è ancora di proprietà dell’Atletico Madrid, dove Cerci a giugno tornerà, probabilmente per non restare. L’accordo di massima col Genoa c’è già, si attende solo che il giocatore accetti la destinazione. Difficile ipotizzare che il numero 11 punti i piedi, visto che al Milan nella seconda parte di stagione sarebbe chiuso dal ritorno di Jeremy Menez e anche da Kevin Prince Boateng, che sin dalla trasferta di sabato sera a Roma dovrebbe essere abile e arruolabile.

Leggi anche:  Arriva la bomba: "Cavani è infelice". Ecco le tre squadre su di lui

Cessioni Milan, la Premier chiama – Per molti rossoneri il futuro potrebbe essere oltremanica. Diego Lopez ha tanti estimatori in Premier (le ultime indiscrezioni parlano della neopromossa Bournemouth), è ancora tra i migliori portieri in circolazione e difficilmente di ritorno dall’infortunio accetterà di fare il secondo al 16enne Donnarumma. Dalla sua cessione il Milan non ricaverà più di 2-3 milioni, ai quali però va aggiunto il risparmio sull’ingaggio.
Anche Christian Zapata, in scadenza a giugno al parti dei suoi compagni di reparto Mexes e Alex, potrebbe trasferirsi subito in Inghilterra per una cifra simile. Attenzione però anche alle strade che portano in Oriente: il centralone colombiano piace infatti anche in Turchia e in Cina. Lo stesso vale per Nigel De Jong: inizialmente al centro del progetto Mihajlovic, il mastino olandese è finito ai margini della rosa e Ranieri lo vorrebbe volentieri nel suo Leicester per continuare a sognare. Costo dell’operazione: 6 milioni.
Cessioni Milan, Honda va in Spagna – Dopo le pesanti dichiarazioni nei confronti della società, e le diverse prove incolori, il futuro di Keisuke Honda è sempre più lontano da Milanello. Diversi club inglesi si erano fatti avanti per il giapponese, ma la pista più calda in questo momento porta a Valencia, destinazione gradita al giocatore, con gli spagnoli pronti a offrire 5 milioni al Milan. Lascerà quasi sicuramente Milanello anche Antonio Nocerino, questa volta definitivamente. Probabile per lui una rescissione consensuale del contratto, dopo la quale il centrocampista campano potrà cercarsi una squadra (in Italia piace a Bologna, Sampdoria e Cagliari, mentre all’estero ha mercato in Spagna, con Mallorca e Malaga che hanno fatto dei sondaggi).
Cessioni Milan, il Faraone ti fa ricco – Gran parte del tesoretto però potrebbe arrivare dalla cessione di Stephan El Shaarawy. Il Faraone, chiuso a Monaco, piace a Roma, Fiorentina e Bologna e porterebbe 14 milioni nelle casse dei rossoneri, che assieme ai soldi ricavati dalle altre cessioni porterebbero a 30 circa i milioni da spendere sul mercato nella sessione invernale. Un buon gruzzoletto, da spendere con oculatezza.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: