Del Piero Direttore Sportivo del Maiorca

Pubblicato il autore: Giovanni Cardarello Segui

Alessandro Del Piero (fonte gqitalia)Alessandro Del Piero e’ pronto a tornare nel calcio che conta, ma come dirigente. Il quotidiano spagnolo ‘Marca’ rivela oggi che l’ex fuoriclasse della Juventus, 41 anni, sarà il nuovo direttore sportivo del Maiorca, club spagnolo attualmente in seconda divisione, acquistato recentemente dalla Liga ACQ Lagacy Partners LLC per 20 milioni di euro.

Si tratta di una società di proprietà di Robert Sarver, che possiede già i Phoenix Suns, del suo vice Andy Kohlberg e dell’ex playmaker Steve Nash, che proprio a Phoenix ha vinto per due anni di fila (2005 e 2006) il titolo di Mvp.

E proprio l’amicizia con Nash averebbe convinto ‘Pinturicchio’ ad intraprendere una nuova avventura dopo le 19 stagioni, dal 1993 al 2012, in maglia bianconera, le due con gli australiani del Sydney (2012-2014) e l’ultima annata vissuta in India con il Delhi Dynamos.

Del Piero, che ha debuttato tra i professionisti con il Padova e che è attualmente nella squadra dei commentatori di Sky Sport, Campione del mondo con la Nazionale italiana nel 2006 e Vice Campione d’Europa nel 2000.

“Soprannominato da Gianni Agnelli Pinturicchio – si legge nella voce di Wikipedia a lui dedicata – definendolo l’allievo di Roberto Baggio che aveva soprannominato Raffaello, si è segnalato sin da giovane come uno dei maggiori talenti espressi dal calcio italiano e come uno dei migliori giocatori della sua generazione.

Capitano della Juventus dal 2001 al 2012, ha segnato in tutte le competizioni a cui ha partecipato con la squadra, della quale detiene il primato assoluto di reti (290) e di presenze (705).

Con i Bianconeri si è aggiudicato 6 Scudetti + 1 (revocato); 1 Coppa Italia; 4 Super coppa italiana; 1 Campionato italiano di Serie B; 1 UEFA Champions League; 1 Coppa Intercontinentale; 1 Supercoppa UEFA e 1 Coppa Intertoto UEFA

È secondo, dietro Silvio Piola (390), nella classifica dei migliori marcatori italiani di tutti i tempi con 346 gol segnati in carriera, è stato inserito per tre anni consecutivi (1995-1996, 1996-1997, 1997-1998) nella squadra dell’anno secondo l’European Sports Media. L’Association of Football Statisticians, classificando i più grandi calciatori di sempre, lo ha incluso al 60º posto.

Nel 2000 è risultato essere il calciatore più pagato del mondo tra stipendio e introiti pubblicitari. Nel 1996 vince il Trofeo Bravo. Nel 2004 è stato incluso nella FIFA 100, una lista dei 125 più grandi giocatori viventi redatta da Pelé e dalla FIFA in occasione delle celebrazioni del centenario della Federazione internazionale, ed è risultato 49º nell’UEFA Golden Jubilee Poll, un sondaggio online condotto dalla UEFA per celebrare i migliori calciatori d’Europa dei cinquant’anni precedenti.

Inoltre è stato incluso sei volte tra i 50 candidati al Pallone d’oro, classificandosi quarto nel 1995 e nel 1996.

Con la Nazionale Italiana ha totalizzato 91 presenze e 27 reti, partecipando a tre Mondiali e quattro Europei, l’ultimo da capitano.

È stato il migliore calciatore italiano nel 1998 e nel 2008, nominato dall’AIC. Nel 2007 lascia la sua impronta nella “Champions Promenade” vincendo il Golden Foot. Ha conquistato quattro titoli di capocannoniere: in UEFA Champions League nel 1998 con 10 gol, nel 2006 in Coppa Italia con 5 gol, nel 2007 con 20 gol in Serie B e in Serie A con 21 gol nel 2008.

Nel 2011 è risultato essere il secondo calciatore più popolare d’Europa secondo l’IFFHS, alle spalle di Francesco Totti. Nel 2012, attraverso un sondaggio, è risultato lo sportivo più amato dagli italiani”.

  •   
  •  
  •  
  •