Eder all’Inter, ma serve davvero?

Pubblicato il autore: Gennaro Esposito Segui

edertre

L’Inter è vicinissima ad acquistare Eder, attuale vice-capocannoniere del campionato insieme a Dybala, dalla Sampdoria.
L’acquisto farà certamente felici i tifosi interisti, lieti di accogliere in squadra un attaccante di sicuro valore e affidabile come pochi. Una domanda però sorge spontanea: l’Inter ha davvero bisogno di aggiungere un altro attaccante alla sua rosa, attualmente già piena zeppa di talentuosi atleti?
Il parco attaccanti dei nerazzurri è infatti di tutto rispetto: Icardi è stato il capocannoniere nella scorsa stagione, Perisic, Ljajic e Jovetic hanno qualità da vendere e non bisogna dimenticare il sempreverde Palacio, capace di offrire sempre ottime prestazioni.
Forse l’Inter avrebbe avuto bisogno di investire più per rinforzare i reparti arretrati, che stanno dando non pochi grattacapi a Mancini: l’aver alternato moltissime formazioni non ha di certo aiutato i calciatori ad abituarsi a un sistema solido di gioco, e i problemi maggiori dei nerazzurri (oltre alla scarsa prolificità dell’attacco) sembrano essere proprio la fase difensiva e la costruzione del gioco a centrocampo.
La sensazione è che l’acquisto di Eder serva più ad “accontentare” i tifosi e a distogliere l’attenzione dalle ultime deludenti prestazioni della squadra: la certezza è che all’Inter servono rinforzi adeguati soprattutto in altre zone del campo.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,