Hellas Verona, presentato l’olandese Emanuelson

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado

emanuelsonE’ stato presentato quest a mattina l’ultimo arrivato in casa dell’Hellas Verona, Urby Emanuelson. L’ex giocatore, tra le altre , di Ajax e Milan è il primo colpo di mercato per la formazione gialloblù impegnata in una complicata corsa verso la salvezza.  L’olandese  stato ingaggiato con un contratto fino al prossimo giugno ed è gia a  disposizione del tecnico dei veneti, Gigi Del Neri. Per Emanuelson si tratta di un ritorno nel campionato italiano dopo aver indossato le maglie di Milan, Roma ed Atalanta. Nel corse della sua presentazione Emanuelson ha ripercorso gli ultimi mesi della sua carriera, dopo l’esperienza a Bergamo con la maglia dell’Atalanta nella scorsa stagione. “  In estate avevo ricevuto diverse offerte ma nessuna è stata convincente. Dopo la buona esperienza con l’Atalanta ho deciso di attendere la chiamata di una squadra in cui potessi sentire la fiducia.  Nei mesi scorsi sono stato nuovamente accolto al Milan per consentirmi di rimanere in condizione dal punto di vista fisico grazie anche alla possibilità di disputare qualche amichevole con i rossoneri. Dopo è arrivato l’Hellas che ha mostrato sin da subito di avere fiducia nei miei confronti ed ho deciso di accettare. Voglio dare il mio contributo per raggiungere l’obiettivo salvezza.  Allo stato attuale mi manca un po’ il ritmo partita ma mi sono messo a disposizione del tecnico Del Neri e sono già pronto nel caso in cui venissi chiamato in causa contro la Juventus.  Il posizionamento tattico non è un problema per me potendo rivestire diversi ruoli, terzino compreso”. Nel corso della conferenza stampa Emanuelson ha affrontato anche il tema salvezza. “ Abbiamo tutte le qualità per salvarci. Nella prima parte di stagione ci sono stati diversi infortuni e ora dobbiamo ripartire da zero. È un momento difficile, da quando sono in Italia l’Hellas ha sempre giocato bene e stazionava a metà classifica. Non so dire il perché siamo in questa situazione, ma tutti siamo consapevoli di essere in difficoltà e di dover far punti. Una vittoria ci darebbe fiducia per migliorare, personalmente devo ancora conoscere bene i miei compagni e le loro caratteristiche per mettere a disposizione della squadre le mie qualità . Avrò il tempo per farlo, per me è importante saper di poter parlare con loro e in questo si sono dimostrati disponibili. Inoltre, ho anche guardato i video delle partite precedenti per farmi trovare pronto e per imparare i dettami tattici più velocemente. Mister Delneri? È tranquillo, abbiamo parlato su come stare in campo nel 4-4-2 e finora abbiamo lavorato bene insieme.  Come ho visto la squadra? Toni e Pazzini sono importantissimi, possono tener palla e ci consentono di salire. Per il nostro gioco è fondamentale. Ho parlato con Giampaolo e l’ho trovato bene, mi ha spiegato come giochiamo ed era positivo. Ha parlato bene di stadio, tifosi e città. Solo con i punti possiamo risalire  e puntare a raggiungere l’obiettivo salvezza. A cominciare dalla gara contro la Juventus che ovviamente sarà per noi durissima ma se affrontata con lo spirito giusto potrà permetterci di uscire dal campo con un risultato positivo”.

  •   
  •  
  •  
  •