Il caso strano dello Jiangsu Suning: Luiz Adriano rispedito al mittente. Guarin e Gervinho lo seguiranno?

Pubblicato il autore: show80 Segui

gervinho (1)

Non è tutto oro quello che luccica in Cina e, come mago che fa comparire e scomparire il coniglio dal cappello, lo Jiangsu Suning fa comparire milioni a go-go per poi farli scomparire nel nulla. La notizia è rimbalzata dal Brasile e nella tarda serata di martedì e, soprattutto per ragioni temporali.  Un comunicato stampa di Luiz Adriano ha ribaltato completamente lo scenario relativo al suo trasferimento in Cina. “L’attaccante tornerà in Italia questo martedì – si legge – dove rispetterà il suo contratto con il Milan. Dato che lo non ha rispettato le condizioni accordate, il contratto con il club cinese non è stato completato. Il brasiliano sarà reintegrato nella rosa rossonera e tornerà ad allenarsi normalmente con il gruppo a partire da giovedì”.   

Galliani e la squadra cinese avevano trovato l’accordo per 14 milioni di euro e 7 più bonus per il giocatore. Il Milan voleva monetizzare per fare mercato e, questo intoppo, dovrà risistemare le sue trattative. Ma le altre operazioni “cinesi” sono ancora in alto mare. Sembra il sistema delle scatole cinesi. Ma andiamo con ordine su queste operazioni che hanno più ombre che luci.
Dopo l’accordo raggiunto per 18 milioni di euro ( 20 milioni di euro per il colombiano in tre anni più bonus),  i protagonisti dell’affare che riguarda Fredy Guarin hanno alzato le antenne.
 Le difficoltà riscontrate nel caso  Luiz Adriano hanno spinto Guarin e il suo agente Ferreyra a chiedere chiarezza assoluta e garanzie bancarie, fin qui non ancora arrivate. Le tempistiche si allungano e i documenti richiesti saranno diversi. Un’operazione che sembrava fatta ma che adesso è congelata.  Un problema in più per i nerazzurri che si erano fiondati su Soriano per risolvere il problema a centrocampo.

Un’altra situazione riguarda il giocatore della Roma Gervinho. La trattativa è stata impostata con un’intesa sugli 11-12 milioni di euro più bonus per l’ivoriano.  Il calciatore è attratto da uno stipendio da nababbo e vorrebbe lasciare Roma.  Anche questo affare, però, rischia di saltare per le difficoltà e la negligenza della squadra cinese a trovare un accordo veritiero.
Un vero e proprio rompicapo cinese. 

  •   
  •  
  •  
  •